Germania, non si ferma la lotta ai fake streams

Il tribunale di Francoforte ha emesso un’ordinanza nei confronti di un sito che prometteva di manipolare gli ascolti sulle piattaforme digitali
Germania, non si ferma la lotta ai fake streams

La Germania continua a rivelarsi il paese più attento nella lotta alle manipolazioni del mercato digitale: il tribunale federale di Francoforte ha emesso un’ordinanza nei confronti di likeservice24.de, sito che prometteva - ovviamente a pagamento - di “gonfiare” la dote di stream e follower sulle piattaforme musicali digitali. Nel provvedimento le autorità proibiscono alla società di “offrire passaggi, visualizzazioni sui servizi digitali e commenti, ‘like’ o ‘subscriber’ in relazione a qualsiasi contenuto musicale”.

“Questa è l'ennesima decisione positiva in una serie emessa dai tribunali tedeschi a sostegno della continua lotta dell'industria discografica contro la manipolazione dello streaming a livello globale”, ha commentato Frances Moore, ad di IFPI, l’associazione di categoria internazionale dei discografici: “Insieme ai nostri partner restiamo impegnati ad affrontare questa pratica dannosa, che non solo priva artisti, cantautori e altri titolari di diritti del loro legittimo compenso, ma fuorvia anche gli appassionati di musica”.

“Non siamo a conoscenza dei provvedimenti specifici che i servizi di streaming stessi stanno intraprendendo sulle loro piattaforme per impedire direttamente questa attività, ma da parte nostra stiamo intraprendendo azioni legali per garantire che il mercato dello streaming funzioni correttamente e senza manipolazioni, cosa che danneggia sia i creativi che i loro partner”, ha osservato Florian Drücke, Presidente e CEO della Bundesverband Musikindustrie, associazione di categoria dei discografici tedeschi: “Le manipolazioni danneggiano sia l'accuratezza dei pagamenti delle royalty agli autori sia la credibilità di un barometro chiave del settore: le classifiche. A nome dei creatori di musica e dei fan, non lo accetteremo”.

Leggi anche:

A proposito di fake streams (1/2)
A proposito di fake streams (2/2)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.