Cancellato il Glastonbury Festival 2021

Per il secondo anno consecutivo la nota manifestazione britannica non avrà luogo.
Cancellato il Glastonbury Festival 2021

Il festival di Glastonbury è stato cancellato per il secondo anno consecutivo a causa della pandemia da Covid-19. La manifestazione era stata programmata per i giorni che vanno dal 23 al 27 giugno. "Nonostante i nostri sforzi per spostare cielo e terra è chiaro che semplicemente non saremo in grado quest'anno di organizzare il festival. Siamo molto dispiaciuti.", scrivono in una dichiarazione gli organizzatori Emily e Michael Eavis. "Vi ringraziamo per il vostro incredibile supporto e aspettiamo tempi migliori in futuro".

Come per la cancellazione dello scorso anno, i titolari dei biglietti possono rinnovare il deposito di 50 sterline, garantendosi la possibilità di assicurarsi i biglietti per il festival del 2022. Nel 2020, gli headliner del festival erano Kendrick Lamar, Taylor Swift e Paul McCartney. Non sono stati fatti ancora nomi sugli eventuali artisti per l'edizione del prossimo anno.

Julian Knight, presidente del comitato DCMS (Il Dipartimento per il digitale, la cultura, i media e lo sport del governo britannico), afferma: “La notizia che il Regno Unito ha perso il Festival di Glastonbury per il secondo anno consecutivo è devastante. Abbiamo ripetutamente chiesto ai ministri di agire per proteggere i nostri festival di fama mondiale come questo con un programma assicurativo sostenuto dal governo. Il nostro appello è caduto nel vuoto. Il gioiello della corona sarà assente, ma sicuramente il governo non può più ignorare il messaggio: ora deve agire per salvare il vivace e vitale settore dei festival."

Nel dicembre dello scorso anno, Emily Eavis si era unita a molti attori del settore del live del Regno Unito in un appello per la creazione di un fondo per gli eventi cancellati sostenuto dal governo, simile ai programmi lanciati in Germania e in Austria, per consentire agli operatori di pianificare la stagione dei festival di questa estate senza il rischio finanziario posto da un potenziale focolaio di Covid.

In un'intervista concessa al Sunday Times, la Eavis ha affermato che il festival ha faticato a ottenere un'assicurazione in caso di annullamento per aiutare a coprire le perdite se l'edizione 2021 avesse dovuto essere posticipata o cancellata. Nel giugno 2020, il padre Michael, con il quale organizza il festival, aveva avvertito che sarebbero "falliti" se fosse saltata anche l'edizione 2021 del festival.

Glastonbury è il secondo grande festival europeo ad annullare la sua edizione 2021 dopo il Baloise Session che si svolge in autunno a Basilea, in Svizzera. Beatrice Stirnimann, CEO della Baloise Session, ha affermato che "è impossibile pianificare con certezza".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.