NUOVOIMAIE, il bilancio delle attività nel 2020

Nell’anno più difficile per il settore musicale il presidente dell’Istituto Andrea Micciché traccia un consuntivo dei provvedimenti presi per fare fronte alla crisi generata dall’emergenza sanitaria
NUOVOIMAIE, il bilancio delle attività nel 2020

Nel 2020 limitarsi a svolgere il proprio ruolo non poteva bastare: questo, in sintesi, è il senso dell’intervento video con il quale il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Micciché ha fatto il punto sulle attività svolte dall’Istituto Mutualistico per Artisti, Interpreti ed Esecutori nell’anno della pandemia.

“Nel corso degli ultimi dodici mesi NUOVOIMAIE ha proseguito nell’attività di intermediazione, il core business di una collecting, svolgendo anche un’attività importantissima di sostegno della categoria degli artisti”, ha spiegato Micciché, elencando le cinque iniziative - per un totale di oltre trenta milioni di euro - prese dell’Istituto: i due provvedimenti Covid di marzo e giugno, il bonus per artiste madri, i fondi intitolati a Stefano D’Orazio e Gigi Proietti (rispettivamente per la sezione musica e la sezione audiovisivo) e il fondo speciale di ripartizione da 18 milioni di euro, costituito da somme che derivano dal vecchio fondo di garanzia rilasciate in conseguenza della modifica del regolamento di ripartizione votato dall’assemblea circa un anno fa.

“Queste importanti attività non hanno intaccato in nessun modo l’attività ordinaria”, ha osservato Micciché: “Gli artisti sanno di aver potuto fare affidamento sull’Istituto, che è stato presente in modo continuativo”.

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NuovoImaie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.