Sanremo 2021: dubbi, certezze e domande ancora senza risposta

Il punto sulle decisioni della Rai, oggi passate in rassegna da "Il Messaggero" che solleva diversi dubbi.
Sanremo 2021: dubbi, certezze e domande ancora senza risposta

Confermate ieri dalla Rai le date del Festival di Sanremo 2021, che si svolgerà dal 2 al 6 marzo, resta ora da capire in che modo effettivamente potrà svolgersi la manifestazione, in virtù dell'ultimo dpcm, che sarà in vigore fino al 5 marzo e che vieta ogni tipo di spettacolo al chiuso o all'aperto che preveda la presenza di pubblico. "Tra i temi affrontati nel corso dell'incontro, il Protocollo sanitario e organizzativo che sarà a breve sottoposto alle autorità competenti in modo da poter prevedere una presenza del pubblico nella platea del Teatro Ariston", ha scritto la Rai nella nota stampa diffusa ieri confermando le date del Festival dopo le osservazioni del presidente di Fimi Enzo Mazza

Rockol aveva illustrato proprio ieri tutti i possibili scenari. Stamani "Il Messaggero" passa in rassegna le numerose domande che rimangono aperte.

Stando a quanto riporta il quotidiano, chi sta lavorando al progetto avrebbe fatto sapere che è tramontata, dopo le perplessità degli esperti, l'ipotesi della nave come "bolla" in grado di ospitare, previo tampone, il pubblico. Gli spettatori avrebbero di fatto trascorso nei giorni immediatamente precedenti l'inizio del Festival una quarantena sull'imbarcazione messa a disposizione della Rai da Costa Crociere, frutto di un accordo di sponsorizzazione tra viale Mazzini e la nota compagnia di navigazione, salvo poi essere portate all'Ariston con mezzi Rai ogni sera, e dunque di nuovo sulla nave.

Eppure la collaborazione con Costa resterebbe in piedi, anche se non è dato sapere al momento in che modo si concretizzerà. Ci sarà il pubblico in platea: 150 persone, previo tampone, diverse ogni sera. Così l'Ariston sarà riconvertito da teatro a studio televisivo. In sala stampa meno di cento rappresentanti delle testate: sarà aperta solo per le conferenze principali, quelle dell'organizzazione. Tutte le altre si svolgeranno da remoto.

I dubbi che "Il Messaggero" si pone sono diversi, e tutti leciti: cosa succede se un cantante contrae il virus a ridosso del Festival o a manifestazione già iniziata? Chi si occuperà di far rispettare le norme anti contagio fuori dal Teatro Ariston? Il palco esterno in Piazza Colombo sarà confermato? Chi assisterà alle esibizioni, lì? E ristoratori e albergatori in che modo si attrezzeranno per garantire la sicurezza?

Tra le dichiarazioni degli addetti ai lavori, il quotidiano ne riprende in particolare due. Quella del direttore generale di Carosello e VP di PMI, Dario Giovannini, che riassume così la preoccupazione diffusa tra discografici, artisti, uffici stampa e addetti ai lavori: "Troppi punti non sono chiari, il rischio è che le cose possano sfuggire di mano". E quella di Sergio Cerruti, presidente di Afi, che pretende che la decisione Rai sia ratificata da Cts e Ministero della Salute e riassume: "La scelta di confermare il Festival a queste condizioni è eticamente sbagliata".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.