Patreon, arriva la versione italiana

La piattaforma californiana si ‘allarga’ all’Europa con un nuovo quartier generale a Berlino: ecco i primi progetti
Patreon, arriva la versione italiana

La necessità da parte di artisti e creator di sostenersi economicamente in tempi di pandemia, con le attività pubbliche di fatto azzerate dalle misure anti-contagio, ha spinto la piattaforma fondata da Jack Conte e Sam Yam nel 2013 a San Francisco ad aprirsi al mercato europeo: Patreon ha annunciato l’apertura di una nuova sede a Berlino dalla quale verranno coordinate tutte le attività per il Vecchio Continente.

Tra i testimonial chiamati a promuovere la versione italiana della piattaforma sono stati chiamati il fumettista Sio e Nick & Lorro, titolari del podcast “Power Pizza”: “Grazie a Patreon abbiamo costruito una casa per la nostra community di affezionati che seguono assiduamente il nostro podcast”, hanno spiegato, “Riusciamo, attraverso il sostegno dei nostri patrons, a garantire una serie di contenuti extra a chi decide di supportarci economicamente. Essere retribuiti direttamente dai nostri sostenitori ci consente di impegnarci nei loro confronti e dare priorità alla produzione di questi contenuti perché sono loro stessi a far da traino all’attività e, spesso, è proprio la community a partecipare al nostro processo creativo o a decidere quali saranno gli argomenti da trattare nel podcast”.

Patreon conta ad oggi 200.000 creator iscritti - dei quali 50.000 negli ultimi mesi - che, nel complesso, hanno guadagnato più di 2 miliardi di dollari grazie a oltre 6 milioni di abbonati sostenitori.

La drammatica situazione nella quale si sono trovati gli artisti a causa dell’emergenza sanitaria globale ha fatto conoscere alle piattaforme di auto-finanziamento un autentico boom: OnlyFans, servizio ad abbonamento fino a prima della pandemia popolare solo tra le star dell’intrattenimento per adulti, nella seconda parte del 2020 ha visto le proprie iscrizioni impennarsi a ritmi di mezzo milione di nuovi associati al giorni, grazie anche alla “migrazione” di star mainstream come Cardi B, che hanno aperti canali a pagamento con contenuti originali ed esclusivi.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.