Sanremo 2021: ecco 10 reunion impossibili che vorremmo vedere al Festival

I progetti di Amadeus, i sogni dei social. Stiamo al gioco, ma alziamo l'asticella, senza nulla togliere agli 883 e ai Thegiornalisti.
Sanremo 2021: ecco 10 reunion impossibili che vorremmo vedere al Festival

Allora tanto vale osare, puntando in alto. Altissimo. Commentando le indiscrezioni che vorrebbero sul palco dell'Ariston gli ABBA - la band, il cui ultimo album di inediti risale all''81, ha da tempo annunciato di avere nel cassetto due nuove canzoni, pronte per essere pubblicate - ai microfoni di RTL stamattina Amadeus, conduttore e direttore artistico del Festival, per Sanremo 2021 ha ammesso di voler effettivamente centrare il colpaccio di una reunion di una band ormai sciolta.

Sui social sono partite subito le speculazioni e i desideri: dagli 883 (quando l'anno scorso Pezzali annunciò i suoi concerti a San Siro, fece sapere che con lui ci sarebbe stato anche l'ex sodale Mauro Repetto - poi la pandemia ha congelato tutto) ai Thegiornalisti, passando per i Lunapop. Stiamo al gioco. Ma alziamo la posta, senza nulla togliere al duo di "Come mai", al trio di "Riccione" e al gruppo che lanciò Cesare Cremonini. Ecco 10 reunion impossibili - ma in alcuni casi neanche troppo - che vorremmo vedere al Festival. .

Beatles

Con questa formazione: Paul McCartney, Ringo Starr, Sean Lennon al posto di John Lennon (è, come noto, il figlio che John ha avuto da Yoko Ono, stimato cantautore con all'attivo due dischi da solista e svariati progetti) e Dhani Harrison al posto di suo papà George. Paul e Ringo sono in grande spolvero (per McCartney garantisce il suo ultimo album, qui la nostra recensione) e i due eredi potrebbero riservare sorprese.

Led Zeppelin

L'ultima volta che Robert Plant, Jimmy Page e John Paul Jones si sono visti è stato in tribunale, per la causa legata al presunto plagio di "Stairway to heaven". Hanno convidiso il palco l'ultima volta il 10 dicembre del 2007, alla O2 Arena di Londra. L'uomo da convincere sarebbe Robert Plant: dopo l'esibizione del 2007 rifiutò 800 milioni di dollari per riunire la band.

Pink Floyd

L'unico che sembra effettivamente essere interessato a tornare a suonare con gli ex compagni di band è Nick Mason, che non a caso è da tempo impegnato con un nuovo progetto, i Nick Mason's Saucerul of Secrets, band omaggio agli esordi al gruppo di "Another brick in the wall". Roger Waters e David Gilmour? Troppo presi dalle rispettive carriere soliste. A maggio il primo ha lanciato una frecciatina all'altro: "Mi ha bandito dai social dei Pink Floyd". 

Nirvana

Il tributo riservato da Post Malone alla band simbolo del grunge la scorsa primavera è piaciuto molto a Krist Novoselic. L'idea non piacerà ai talebani e ai puristi: ma se Post Malone ripetesse l'operazione coinvolgendo lo stesso Novoselic e Dave Grohl?

Oasis

È la reunion meno impossibile. Perché tanto Liam quanto Noel sanno che prima o poi succederà: torneranno a cantare insieme. Quando? Ah, saperlo. Una cosa è certa: c'è chi per rivedere di nuovo i fratelli Gallagher sul palco sarebbe disposto pure a vendersi la madre. 

R.E.M.

L'ultimo album della band, "Collapse into now", risale al 2011: dieci anni fa. Una reunion oggi arriverebbe con il tempismo perfetto (ma saremmo comunque curiosi di ascoltare gli altri pezzi da solista di Michael Stipe, dopo quelli usciti negli ultimi mesi). 

Police

L'ultimo concerto ufficiale nel 2008 al Madison Square Garden di New York, di fronte a 20 mila persone. Nel 2017 il percussionista Stewart Copeland lasciò la porta aperta: "Inevitabile, prima o poi". 

Smiths

Eppure Morrissey è stato categorico: "Non avrebbe senso". In passato fu pure più duro: "Preferirei mangiare i miei testicoli che riformare gli Smiths". Moz, Johnny Marr, Andy Rourke e Mike Joyce non suonano più insieme dal 1987. 

Jackson 5

Jackie ha 69 anni, Tito 67, Jermaine 66, Marlon 63. Michael non c'è più. Sarebbe simbolico se a prendere il suo posto fosse la figlia Paris, 22enne attrice e cantante con all'attivo due album, uno pubblicato insieme ai Soundflowers (intitolato proprio "The Soundflowers") e l'altro come solista ("Wilted"), entrambi usciti l'anno scorso.

Wham!

La buttiamo lì: Elton John (???) al posto di George Michael accanto a Andrew Ridgeley (che fine ha fatto ve lo abbiamo raccontato qui).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.