NUOVOIMAIE, obiettivo 2021: un one stop shop del diritto connesso

Lo rivela il presidente, Andrea Micciché, facendo un bilancio dei primi dieci anni di attività dell’Istituto
NUOVOIMAIE, obiettivo 2021: un one stop shop del diritto connesso

Con una diretta audio / video sui propri canali social il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Micciché ha celebrato i dieci anni di attività dell’Istituto Mutualistico per Artisti, Interpreti ed Esecutori. Con poco meno di 20mila soci e quasi un milione tra soci e mandanti diretti e indiretti, la collecting - che nella sua vecchia incarnazione contava appena qualche migliaio di iscritti - nel 2019 ha fatturato oltre 50 milioni di euro, scesi intorno ai 40 milioni nel 2020 a causa dell’impatto che l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha avuto sul mondo dello spettacolo.

“Nel 2020 la presenza di NUOVOIMAIE come sostegno agli artisti è stata molto importante, se non addirittura determinante”, ha però osservato Micciché, riferendosi ai dodici mesi appena passati: “L’Istituto è stato presente in modo continuativo, proseguendo nello svolgere l’attività di intermediazione, che rappresenta il suo core business, ma facendosi carico anche un’attività di sostegno della categoria, che - però - non ha intaccato in nessun modo l’attività ordinaria”.

Alle tre iniziative già intraprese - due di sostegno, ovvero il fondo D’Orazio / Proietti e il fondo Artiste Madri, alle quali si sono aggiunte la ripartizione straordinaria annunciata lo scorso 18 dicembre e i proventi dalla porzione di copia privata destinata al sostegno degli artisti dal Decreto Cura Italia - NUOVOIMAIE darà seguito con altri provvedimenti che verranno presi nei mesi a venire: “Il 2021 sarà un anno non meno incerto del 2020, e dal punto di vista lavorativo non mancheranno le comunicazioni” ha assicurato Micciché, “L’Istituto resterà fortemente presente e vicino ad artisti, soci e mandanti, mantenendo i quattro momenti di pagamento tra musica e audivisivo e continuando a svolgere attività di sostegno in modo non meno importante rispetto a quanto fatto lo scorso anno, dirette soprattutto ai soci che compiano l’attività artistica in modo continuativo, come prima fonte di sostentamento, e non sporadico.

Oltre a regolarizzare la posizione di YouTube per quanto riguarda l’audiovisivo - “Google è l’unica grande piattaforma con la quale non abbiamo chiuso un contratto”, ha sottolineato il presidente - l'obiettivo sicuramente più ambizioso di NUOVOIMAIE per il 2021 è quello di dare vita a un vero e proprio one stop shop dei diritti connessi, avviando - spiega Micciché - “un nuovo soggetto ‘ombrello’ che per conto del mercato e di chi ci vorrà stare dovrà operare a vantaggio di tutti i titolare dei diritti connessi per cercare di facilitare il pagamento da parte degli utilizzatori e le attività di intermediazione e di accelerare, contenendone i costi, le tempistiche di pagamento”.

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NuovoImaie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.