Addio a Marsha Zazula (Megaforce Records), prima etichetta discografica dei Metallica

Con il marito Jon dette fiducia e pubblicò i primi due album della band californiana.
Addio a Marsha Zazula (Megaforce Records), prima etichetta discografica dei Metallica

E' morta nella giornata di oggi, 10 gennaio, Marsha Zazula, co-fondatrice, nel 1983, insieme al marito Jon aka Jonny Z la Megaforce Records. Aveva 68 anni. A confermare la scomparsa di Marsha è stata la figlia Rikki Zazula che ha pubblicato un messaggio su Facebook: "RIP Mom 21 aprile 1952-10 gennaio 2021. Il tuo amore, la tua forza, la tua memoria e la tua musica hanno cambiato le vite e continueranno per sempre".

La Megaforce ha lanciato la carriera dei Metallica pubblicando i loro primi due album, "Kill 'Em All" nel 1983 e "Ride The Lightning" nel 1984, prima che la band californiana firmasse un contratto con la Elektra Records. Tra gli artisti della Megaforce si possono ricordare Anthrax, Testament, Overkill, Ace Frehley, Ministry, King's X, Stormtroopers of Death e Raven.

Jonny Z, nato nel 1952, visse un periodo per le strade del Bronx a New York, poi lavorò a Wall Street e alla fine entrò nel mondo della musica per scoprire Metallica, Anthrax e altre metal band. Dopo avere lavorato a Wall Street, Jonny iniziò a vendere dischi in un mercatino delle pulci nel 1981. Il Rock N'Roll Heaven divenne poi un importante negozio di dischi che ha influenzato il movimento heavy metal per come oggi lo conosciamo. Nell'inverno del 1982, Jonny Z ricevette una cassetta di una band underground chiamata Metallica. Jonny e Marsha fondarono la Megaforce l'anno seguente e pubblicarono "Kill 'Em All". Con quel disco la Megaforce consolidò la sua posizione di etichetta musicale dedicata all'heavy metal.

Sulla sua etichetta Jon disse: "Non ero solo il ragazzo dei dischi dietro il bancone. Ero là fuori sul campo di battaglia per ogni piccola cosa, c'ero dentro. Ed eravamo come una famiglia. Questa è l'atmosfera che ho trasmesso e che Marsha ha trasmesso. Se non potevi relazionarti con me, potevi farlo con Marsha. Abbiamo passato dei bei momenti."

Nella sua autobiografia, 'Heavy Tales: The Metal. The Music. The Madness. As Lived By Jon Zazula', uscita nell'ottobre 2019, Jon racconta la storia di come gli Zazula finirono per ingaggiare una band che ha formato il suono del metal nei decenni a venire. Jonny disse a Variety: "È una benedizione quando lavori sodo, rimani sveglio, entri nel gioco, poi alla fine qualcosa accade e sei pronto per questo. E sei capace di saltarci sopra e cavalcarlo. Siamo stati molto fortunati, io e Marsha, ad essere scelti da quella che è diventata la più grande band del mondo. Per non parlare di un sacco di altre grandi band che hanno fatto la storia."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.