Nick Cave annuncia che il nuovo disco si chiama Carnage

Nel suo ultimo appuntamento con The Red Hand Files il cantautore australiano parla anche del suo lockdown e di quanto gli mancano i concerti.
Nick Cave annuncia che il nuovo disco si chiama Carnage

In un nuovo appuntamento con i fan per The Red Hand Files, la rubrica online che Nick Cave ha lanciato un paio di anni fa per rispondere pubblicamente alle mail inviate dai suoi fan (ma non solo), il 63enne cantautore australiano, questa volta, è stato chiamato a rispondere a una semplice domanda da tale Tobias di Londra (Gran Bretagna): 'Com'è il tuo lockdown?'.

Il frontman dei Bad Seeds, come da suo costume, ha risposto con franchezza senza eludere il quesito. Anzi, in chiusura di replica ha rivelato di essersi recato in studio di registrazione insieme al fido Warren Ellis per fare un disco intitolato "Carnage".

"Caro Tobias, per molti versi il lockdown mi è sembrato stranamente familiare, come se l'avessi già sperimentato in precedenza. Immagino che questo non dovrebbe sorprendere dato che sono stato un eroinomane per molti anni e autoisolamento e allontanamento sociale erano il nome del gioco. Conosco bene anche i meccanismi del dolore: il dolore collettivo funziona in un modo stranamente simile al dolore personale, con la sua oscura confusione, la profonda incertezza e la perdita del controllo. A me, il lockdown sembra, più o meno, una versione obbligatoria dello stato - una formalizzazione del tipo di comportamento da eremita a cui sono sempre stato predisposto, e quindi, per quanto difficile sia stato vedere la devastazione e l'angoscia causata dalla pandemia - comprese le vite di coloro che mi sono vicini e dei molti che hanno scritto a The Red Hand Files - sto andando bene.

Sono sorpreso, però, di quanto sia stato duro non poter suonare dal vivo.

Sono giunto alla conclusione che essenzialmente sono una cosa che va in tour. C'è un terribile desiderio e la sensazione di una vita vissuta a metà. Mi manca l'emozione di salire sul palco, la frenesia della performance, dove tutte le altre preoccupazioni si dissolvono in una pura interrelazione animale con il mio pubblico. Mi manca il completo abbandono del momento, la perdita di sé, la fisicità di tutto ciò, la frenesia nutritiva dell'amore comune, la religione, il glorioso scambio di fluidi corporei - e gli stessi Bad Seeds, ovviamente, in tutto il loro spericolato splendore, quanto mi mancano. Per quanto stare seduto dietro la mia scrivania possa portarmi molta gioia, e l'immaginazione possa essere un luogo stimolante, persino pericoloso, desidero ardentemente l'abbandono sfrenato della performance dal vivo.

Comunque, come promesso nel mio ultimo numero (dove aveva dichiarato che era tempo di mettersi al lavoro su un disco, ndr), sono andato in studio - con Warren - per fare un disco. Si chiama CARNAGE. Con amore, Nick."

L'ultimo album pubblicato da Nick Cave, "Ghosteen" (leggi qui la recensione), risale all'ottobre 2019. Mentre il luglio scorso, aveva pubblicato il live "Idiot Prayer" (leggi qui la recensione), registrato all'Alexandra Palace di Londra durante il lockdown.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.