Concerti e covid: i risultati dei primi test di Primacov

Da Barcellona arrivano le prime indicazioni dopo un concerto indoor presso la Sala Apolo tenuto poche settimane fa.
Concerti e covid: i risultati dei primi test di Primacov

Avevamo dato precedentemente notizia dei test condotti in Spagna sotto l'egida di PRIMACOV - uno studio organizzato da  Primavera Sound in associazione con Hospital Germans Trias e la Fight AIDS and Infectious Diseases Foundation - per verificare la robustezza e l'affidabilità di una serie di misure di sicurezza da applicare ai concerti dal vivo in epoca Covid-19. Sono stati ufficializzati i primi risultati in merito dopo una prova effettuata lo scorso 12 dicembre presso la Sala Apolo di Barcellona, un locale al chiuso con una capienza massima di circa 1.600 spettatori.

Gli organizzatori hanno comunicato che nessuno dei 463 partecipanti selezionati a caso tra i 1.047 candidati a entrare sono risultati positivi al Covid-19 durante l'esperimento.

Per la cronaca, il campione prevedeva spettatori di età compresa tra i 18 e i 59 anni che non presentassero comorbidità e fossero risultati negativi ai tamponi nei 14 giorni precedenti l'evento.

Durante l'evento era obbligatorio mantenera indosso la mascherina certificata N95, tranne che per bere, e non era imposto alcun distanziamento sociale (si poteva tranquillamente ballare). La ventilazione del locale è stata ottimizzata per l'occasione per garantire un efficiente scambio d'aria e sono state adottate misure rigide per evitare code davanti alle toilettes grazie al servizio d'ordine.

L'evento ha avuto una durata complessiva di 5 ore tra due DJ set e concerti di artisti locali (Marta Salicrú, Unai Muguruza, Mujeres, Renaldo & Clara).

 

 

Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.