Neil Young vende a Hipgnosis metà del suo intero catalogo

Il grande canadese, per una cifra non resa pubblica, cede alle avance dell'ubiquo Merck Mercuriadis. Il commento.
Neil Young vende a Hipgnosis metà del suo intero catalogo

"Ho comprato il mio primo album di Neil Young quando avevo sette anni. "Harvest" fu il mio compagno e ne conosco qualsiasi nota, qualsiasi parola, qualsiasi pausa intimamente. Neil Young, o almeno la sua musica, è stato da allora mio amico e un punto fermo".

Queste le parole di Merck Mercuriadis, decisamente sempre più l'uomo del momento nell'industria musicale, a commento dell'annuncio ufficiale con cui la sua Hipgnosis ha comunicato l'avvenuto acquisto del 50% di tutti i diritti del catalogo di Neil Young. Il catalogo del cantautore canadese - che include i suoi periodi solisti, ma anche quelli trascorsi con band epiche come Buffalo Springsfield e CSN&Y - conta ben 1.180 canzoni. Hipgnosis è ora sua socia paritetica tanto per la parte autorale quanto per quella editoriale e si conferma la protagonista regina della corsa al marketing dei cataloghi musicali.

Solo ieri l'altro e ieri erano state ufficializzate l'acquisizione da parte di Hipgnosis del catalogo di produttore di Jimmy Iovine e  l'acquisizione del catalogo di Lindsey Buckingham.

§§§

La modalità di investimento di Hipgnosis segue uno schema costante, mentre le quote di acquisizione dei singoli cataloghi variano a seconda dell'artista o autore protagonista. E' bene notare che la cessione della totalità del 100% da parte di un artista corrisponde alla massimizzazione immediata del valore di un patrimonio che ci si attende superiore e più conveniente rispetto ai ricavi ricorrenti e a quelli attesi che quel patrimonio sta generando nel tempo per lui; la cessione parziale, per contro, implica da parte sua l'aspettativa di continuare a generare un flusso di entrate interessante; il mantenimento di una quota non minoritaria, infine, rivela che il titolare dei diritti intende continuare a concorrere al controllo dell'utilizzo e dello sfruttamento commerciale delle sue canzoni.

La cifra dell'operazione Hipgnosis / Neil Young non è ufficiale. Così come non sono noti eventuali patti parasociali tra le parti e eventuali opzioni put and call. Significa, generalizzando, che Neil Young potrebbe avere venduto a 100 la metà del suo catalogo oggi ma - è solo un esempio - riservandosi di cedere l'altra metà a 200 (perchè la seconda metà, quella che comporta la cessione del controllo, vale di più).

Il benchmark, in assenza di cifre, è il catalogo di Dylan, acquisito da Universal Music Publishing: 600 canzoni per 300 milioni di dollari. Ma qui il paragone tra prezzi e valori non è mai sulla quantità nè sul pregio del contenuto (che è soggettivo). E nemmeno sul reach dei brani, o di alcuni di essi - quelli più famosi. E', invece, sul potenziale commerciale di un capolavoro che i fan dell'artista considerano sacro. E quel potenziale è calcolato accuratamente, dati e proiezioni alla mano.

Quanto a Hipgnosis, quale che sia la cifra (e sarà un cifrone), l'operazione ha uno straordinario valore reputazionale.

(gdc)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.