Quella volta che Vasco andò al Premio Tenco e cantò a modo suo Battisti

L'amore del rocker di Zocca per Battisti, raccontato - e cantato, anche - da Vasco stesso, sul palco e non solo.
Quella volta che Vasco andò al Premio Tenco e cantò a modo suo Battisti

Vasco di nuovo al Teatro Ariston, quindici anni dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con "Vita spericolata", la sua seconda - al Festival c'era già stato l'anno precedente, con "Vado al massimo" - ed ultima da artista in gara. L'occasione è importante: il rocker di Zocca, al quale la critica ha deciso di assegnare una Targa Tenco per l'album "Canzoni per me", accetta di ritirare in prima persona il riconoscimento partecipando come ospite alla cerimonia di consegna, che si svolge proprio nel teatro della città dei fiori, ma che non ha niente a che vedere con i clamori del Festival.

Reduce dalla vittoria al Festivalbar con "Io no" e dal trionfo del concerto sul palco dell'Heineken Jammin' Festival di fronte a 120 mila spettatori, per la sua esibizione alla cerimonia di consegna delle Targhe Tenco - quell'anno tra i premiati ci sono anche Francesco De Gregori, Elisa e Patty Pravo: alla diva veneta il compito di aprire la rassegna sulle note della cover di "Lontano lontano" - Rossi prepara un breve ma intenso set che prevede, oltre a "Ogni volta", "Gli spari sopra"; "Sally" e "Quanti anni hai", anche un omaggio speciale: quello a Lucio Battisti.

Sul palco della rassegna intitolata al compianto autore di "Mi sono innamorato di te", nata per reazione al Festival di Sanremo per rendere il giusto tributo al mondo della canzone d'autore, uno dei più atipici cantautori italiani canta un altro dei più atipici cantautori italiani.

E la scelta del rocker non ricade mica sulle gettonatissime "Emozioni", "Il mio canto libero", "La canzone del sole", "I giardini di marzo", "E penso a te" o "Amarsi un po'". Tutt'altro. Dal repertorio battistiano e mogoliano Rossi tira fuori uno dei pezzi "minori", poco ascoltati pure dagli appassionati dello stesso Battisti. "Supermarket", dall'album "Amore e non amore" del '71, Vasco era solito cantarla dal vivo, chitarra e voce, ai suoi concerti, prima di mettere su la band. A proposito del tributo dice:.

"Non è un omaggio, è una provocazione, una canzone che negli anni Settanta gli intellettuali ritenevano un po' stupida, si faceva di nascosto. C'era questa divisione assurda, e io soffrivo perché ero appassionato di Battisti, e lo definivano di destra solo perché non era impegnato, ma i suoi erano capolavori. Devo molto a Battisti, ma forse dovrei dire a Battisti e Mogol. Se non ci fossero stati NBattisti, De André, De Gregori e Bennato, non ci sarei io".

Quella versione di "Supermarket" Vasco l'avrebbe poi riproposta pure qualche anno dopo, in occasione del "Tour Europe Indoor" del 2009 che segnò il suo ritorno ai palasport dopo diversi anni fatti di concerti negli stadi. Due anni prima, a riprova del suo amore per Battisti, aveva inciso nel mini cd "Vasco Extended Play" una cover di "La compagnia", brano firmato da Carlo Donida e Mogol, originariamente interpretato nel '69 da Marisa Sannia e poi "riscoperto" nel '76 dall'artista di Poggio Bustone, che lo registrò per l'album "Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera".

Vasco avrebbe messo di nuovo piede all'Ariston sette anni dopo, stavolta come superospite del Festival di Sanremo condotto da Paolo Bonolis: "Sono tornato perché ti voglio riconsegnare il microfono che ho portato via vent'anni fa", ebbe a dire, riferendosi alla gaffe di ventitré anni prima sulla coda di "Vado al Massimo".

E ieri sera Rossi è tornato anche al Premio Tenco, che a causa delle restrizioni legate alla pandemia da Covid-19 quest'anno si è svolto a porte chiuse ed è diventato uno speciale in onda in seconda serata su Rai3. L'organizzazione ha assegnato al rocker il premio come artista dell'anno, facendogli pervenire il riconoscimento a casa. Vasco ha girato un piccolo contributo trasmesso proprio nel corso dello speciale. In attesa dello speciale di Rai1 di Roberto Bolle in onda il prossimo 1° gennaio, che segnerà di fatto .il suo ritorno in tv a sedici anni dall'ospitata a Sanremo del 2005: a "Danza con me" farà ascoltare per la prima volta il nuovo singolo "Una canzone d'amore... buttata via", in uscita lo stesso giorno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.