Sanremo 2021, già polemiche sull'ipotesi nave da crociera

Dopo le conferme della Rai, il segretario della commissione di Vigilanza, Michele Anzaldi, tuona: "Quanto costerebbe un'operazione del genere?".
Sanremo 2021, già polemiche sull'ipotesi nave da crociera

No, non era una bufala. L'ipotesi nave da crociera è una delle tante che la Rai ha deciso di prendere in considerazione per permettere al Festival di Sanremo 2021 di svolgersi in presenza, dunque con il pubblico in sala, al Teatro Ariston. Le indiscrezioni pubblicate nel giorno di Natale da Dagospia sono state convalidate oggi sulle pagine dei quotidiani, con le conferme della Rai. Ed è subito polemica. A farla scoppiare è il segretario della commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che sui social chiede chiarimenti usando toni durissimi:

"Mentre da mesi tutti i teatri e i musei sono chiusi, mentre i concerti sono vietati da tempo e c’è l’intera industria culturale in ginocchio, la ricca Rai, l’unica azienda in Italia che non ha problemi di bilancio perché è mantenuta dai soldi del canone degli italiani, vorrebbe avere una corsia preferenziale per Sanremo, aggirando la legge con una dubbia operazione che porterebbe centinaia di persone all’Ariston come pubblico. La conferma data alla stampa che si starebbe pensando ad una soluzione del genere è gravissima, è urgente che arrivino chiarimenti in commissione di Vigilanza. Il presidente Barachini pretenda trasparenza dai vertici del servizio pubblico".

Prosegue ancora Anzaldi:

"Si pronuncino il Comitato tecnico scientifico e il ministero della Sanità. Chi garantisce che spostare ogni giorno centinaia di persone dagli alberghi o da una nave non metta a rischio la salute degli italiani? Chi garantisce che il Festival non diventerà un maxi cluster di contagi? Davvero il Festival di Sanremo è l’unico evento televisivo e musicale nel mondo che può permettersi di non rispettare le restrizioni anti covid? Il mondo intero ha dovuto anticipare la messa di Natale e la nascita del Bambinello, ma la Rai non può rinunciare alla sua Spendopoli? Quanto costerebbe un’operazione del genere?".

L'escamotage, che replicherebbe quanto fatto negli Stati Uniti quest'estate per permettere la conclusione del campionato di basket Nba, chiudendo squadre e rispettivi staff all'interno del parco giochi di Disney World a Orlando, in Florida, isolando giocatori e personale dal mondo esterno, farebbe della nave - una Smeralda messa a disposizione da Costa Crociere - una bolla che ospiterebbe nei giorni precedenti l'inizio del Festival, previo tampone, 400 persone tra pubblico e staff artistico.

Una quarantena che durerebbe fino al 2 marzo, giorno di inizio della manifestazione, quando attraverso piccole imbarcazioni le 400 persone verrebbero portate sulla terraferma e dunque, tramite pulmini, all'Ariston. Il progetto porterebbe la firma dell'attuale presidente di Rai Pubblicità Antonio Marano, che però il 31 dicembre lascerà la poltrona per andare a ricoprire un incarico di primo piano nella fondazione Milano-Cortina per le Olimpiadi 2026.

Il direttore di Rai1 Stefano Coletta e il conduttore e direttore artistico del Festival Amadeus hanno più volte ribadito che le decisioni operative definitive sul Festival saranno prese solo a metà gennaio, sulla base di quella che sarà in quel momento la situazione pandemica.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.