Manuel Agnelli: "Sanremo? Un circo. La tv ti cannibalizza"

Il piccolo schermo, "X Factor", il Festival, la scena indipendente, le classifiche: il rocker si racconta. In attesa del disco solista e del nuovo album degli Afterhours.
Manuel Agnelli: "Sanremo? Un circo. La tv ti cannibalizza"

"Sanremo è un circo che conosco bene.

Svolti se porti te stesso e la tua estetica. Sono contento che la scena indipendente sia uscita dal ghetto: ci eravamo reclusi per paura della tv": il cast del Festival 2021 ha convinto anche un duro e puro come Manuel Agnelli, che l'Ariston lo ha frequentato più volte (calcò quel palco con la sua band nel 2009 con "Il paese è reale" e tornò come solista nel 2019 accompagnando Daniele Silvestri e Rancore su "Argentovivo" nella serata dei duetti) e che in un'intervista concessa a "Il Messaggero", pubblicata oggi sulle pagine del quotidiano romano, non manca di commentare piacevolmente la presenza nella lista dei 26 big in gara di artisti come i Coma Cose, La Rappresentante Di Lista e gli Extraliscio. Reduce dal ritorno dietro al bancone dei giudici di "X Factor", il .rocker - nel cast del Capodanno in streaming di Roma insieme a Gianna Nannini, Diodato, Elodie, Carl Brave e Gemitaiz - traccia un bilancio del suo 2020, anticipando i vari impegni in programma nell'anno che sta per cominciare, tra l'album solista, il nuovo disco degli Afterhours e, forse, un nuovo programma in Rai dopo "Ossigeno" (trasmesso nel 2018 e nel 2019 su Rai3 in seconda serata).

Nell'intervista Agnelli ribadisce cosa lo ha spinto a tornare quest'anno dietro al bancone di "X Factor", accanto a Emma, Mika e Hell Raton (con il quale è pure arrivato allo scontro):

"La voglia di dimostrare che c'è altro oltre i tormentoni da una stagione. La produzione mi ha dato l'occasione di raccontare una visione della musica lontana dalle logiche dei numeri e del risultato a tutti i costi".

Una sfida vinta?

"Sì. Il secondo posto dei Little Pieces of Marmelade, un duo composto da un chitarrista e da un batterista che canta, non proprio la classica proposta dei talent, è stato un trionfo. E ha dimostrato che il pubblico è curioso, anche se tv e radio propinano le solite cose, rendendo il mercato asfittico".

Sulla tv:

"Ti cannibalizza, ti sporca. Nel mio caso no, perché sono sempre stato abile a sfruttarla per veicolare i miei valori".

Quanto a "Ossigeno", il suo bel programma di approfondimento musicale in onda in seconda serata su Rai3 per due stagioni e poi cancellato, Agnelli fa sapere:

"Sono cambiati direttore di rete e progetti. Ora si parla di qualcosa di più grosso. Una prima serata? Forse".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.