Raffaella Carrà, sfumate a causa del Covid interviste a Emma, Achille Lauro, Mika e Ferro

Gli incontri sarebbero diventati una nuova stagione del programma TV ‘A raccontare comincia tu’. ‘Ma a metà febbraio avvertii una strana inquietudine…’
Raffaella Carrà, sfumate a causa del Covid interviste a Emma, Achille Lauro, Mika e Ferro

Raffaella Carrà avrebbe dovuto incontrare Emma Marrone, Achille Lauro, Tiziano Ferro e Mika per realizzare una nuova stagione del programma di Rai 3 “A raccontare comincia tu”, nel quale la storica showoman intervista personaggi di primo piano dello spettacolo. Poi, però, l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha costretto sia la voce di “Tuca tuca” che la rete televisiva a cambiare i piani.

A raccontarlo è stata la stessa Carrà nel corso di un’intervista rilasciata a Maria Volpe per l’inserto del Corriere della Sera “7”:

"Avevamo già organizzato tutto per girare le quattro nuove puntate. Sarei dovuta andare a Milano a incontrare Achille Lauro: volevo scoprire la sua intimità, perché lui non è solo uno che si veste da matto, come del resto abbiamo fatto io o Renato Zero. Se vesti in modo così stravagante devi avere qualcosa dentro, devi avere coraggio e qualcosa da raccontare. Poi sarei dovuta andare in California per Mika e a Los Angeles per Tiziano Ferro, con cui ho un rapporto bellissimo. E infine Emma. Anzi Emma era la prima, stavamo per partire per Lecce"

Prima ancora che il contagio da Coronavirus portasse le autorità a proclamare il primo periodo di confinamento, la Carrà ebbe un presentimento che la convinse a dare forfait:

“[Il lockdown] non c’era ancora. E’ stata una voce dentro, penso un angelo custode. Sul serio. Era la seconda metà di febbraio: sento qualcosa in televisione e avverto dentro una strana inquietudine. Chiamo Rai3 e dico: questo programma non si può fare, è troppo pericoloso. Non me la sento. (...) Sono stata irremovibile. Ho detto a Sergio (Iapino, regista di questo e di quasi tutti i suoi programmi, nonché suo ex compagno e ora amico del cuore, ndr): Sergio, non ce la faccio, se si ammala uno di noi è il disastro. Dopo una settimana è scoppiata la pandemia, poi si è chiusa l’Italia. Ho avuto fiuto. Mi dispiace che prima degli altri ho tolto lavoro a tante persone. Ma forse ho fatto del bene”

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.