Netflix e NME 'resuscitano' Melody Maker

La storica testata britannica riattivata per ospitare i contenuti speciali di un film sul blues
Netflix e NME 'resuscitano' Melody Maker

Si deve a una nuova escursione nella musica di Netflix il particolare e parziale rilancio di Melody Maker, storica e estinta testata musicale britannica, in collaborazione con la sua  tradizionale rivale NME.

L'occasione per la riattivazione del marchio del Melody Maker è stato il lancio del film "Ma Rainey's Black Bottom", che ha debuttato il 18 dicembre sulla popolare piattaforma video ed è ora accompagnato da un mini-sito online curato insieme allo staff di NME.

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/kVomoBqR2YZ6RSjHiBZVoNLUZ78=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/ma-rainey-s-black-bottom-film-poster.jpg
Il film (diretto da George C. Wolfe e prodotto, tra gli altri, da Denzel Washington) narra le vicende di Ma Rainey (interpretata da Viola Davis, che è affiancata da Chadwick Boseman come co-protagonista) ed è ambientato negli anni Venti del '900 a Chicago. Nel sito trovano spazio informazioni sul lungometraggio, playlist, approfondimenti sul blues, un'esibizione dal vivo di Hamzaa e varie playlists.

Il Melody Maker aveva visto la luce proprio all'epoca in cui è ambientato il film. Venne infatti lanciato come pubblicazione settimanale nel 1926 e, dopo avere goduto di grande popolarità tra gli anni '60 e '80, si avviò a un lento declino nel decennio successivo per poi essere chiuso nel dicembre del 2000. L'NME è stata la sua testata rivale per antonomasia. Molto più 'giovane' (la sua pubblicazione fu avviata solo nel 1952), apparteneva tuttavia allo stesso editore e la competizione interna tra i due magazine funzionò bene a lungo.

L'editore delle due testate è oggi Bandlab Technologies.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.