Ostuni (ex Universal) alle edizioni BMG

A partire da lunedì scorso, 6 giugno, Graziano Ostuni è entrato a far parte dello staff della società di edizioni musicali BMG Music Publishing Italy come responsabile della divisione di musica leggera. Proprio nella sede milanese di via Berchet, presso la collegata società discografica che allora si chiamava Dischi Ricordi, Ostuni, 40 anni, aveva mosso i primi passi nell’ambiente musicale, ricoprendo poi incarichi di responsabilità crescente alla EMI, alla Sony Music e alla Universal (dove è stato direttore delle divisioni pop fino al novembre del 2003, vedi News). Il suo passaggio dalla discografia al mondo delle edizioni musicali ha pochi precedenti in Italia (uno riguarda proprio la Universal, che come managing director del publishing ha in carica l’ex direttore artistico Claudio Buja).
Occupando il posto lasciato vacante da Paolo Corsi, oggi a capo di EMI Music Publishing (vedi News), Ostuni risponderà direttamente all’amministratore delegato di BMG Music Publishing, Tino Cennamo.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.