Lyte, raccolti 33 milioni in un nuovo round di finanziamento

Anche Quincy Jones tra i finanziatori della piattaforma di ticketing
Lyte, raccolti 33 milioni in un nuovo round di finanziamento

Avevamo cominciato a occuparci di Lyte oltre un anno fa, e sempre per la sua capacità di attrarre capitali.

Se allora il servizio di ticket exchange di San Francisco si era assicurato 15 milioni di dollari iniziali, ha ora annunciato di avere raccolto altri 33 milioni di dollari in un round di finanziamento Series B che ha visto coinvolti Social Capital, Quincy Jones e Rocketship VC, arrivando dunque a una dotazione di 48 milioni di dollari.

La piattaforma di ticketing di Lyte offre ai clienti che non avevamo fatto in tempo ad acquistare i biglietti sul mercato primario l'opportunità di acquistarli da altri clienti che poi hanno deciso di cedere i propri tagliandi perchè non possono andare più al concerto: si accede all'opzione iscrivendosi a una lista di attesa che viene man mano evasa e per ogni biglietto restituito in modalità sicura all'acquirente originario, che torna in possesso del denaro speso, il partner emittente di Lyte ne emette uno nuovo con bar-code aggiornato attribuito al primo cliente in lista d'attesa.

La soluzione di Ant Taylor, CEO e fondatore di Lyte quattro anni fa, si pone a metà tra il regolare mercato primario e le offerte a cavallo dell'illegalità caratteristica del secondary ticketing, con l'obiettivo di operare a tutela dei diritti dei fans e dei consumatori che evitano così di rendersi co-protagonisti di attività di bagarinaggio online.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.