“Niente di Strano 2”, la serata conclusiva è tutta su YouTube: i live di Ernia, Psicologi e Ariete

Prima dal vivo e in diretta dall’Alcatraz, ora disponibile anche on demand: il sesto episodio del format in live stream di buddybank e Tidal
“Niente di Strano 2”, la serata conclusiva è tutta su YouTube: i live di Ernia, Psicologi e Ariete

Tutto era cominciato nell’estate 2019.

buddybank (il nuovo modello di banca per smartphone di UniCredit) in collaborazione con Tidal (la piattaforma di streaming musicale fondata da Jay-Z) aveva lanciato un format esclusivo di concerti live, realizzati nel proprio ufficio al 19esimo piano della torre  UniCredit a Milano e trasmessi poi sul proprio canale YouTube. Sotto la direzione di Carlo Pastore, autore e conduttore del format, era nato “Niente di Strano”: un successo che aveva reso semplicemente ovvio ripeterlo la stagione successiva.

In piena pandemia, il format è riuscito a non subire battute d’arresto. Ripensato per essere svolto in totale sicurezza, ha trovato la sua sede naturale all’Alcatraz di Milano, al cui interno è stata allestita una produzione elegante, di gusto analogico e concepita appositamente per essere fruita in video online, sotto la regia di Pepsy Romanoff e Andrea Folino.

“Niente di Strano 2” ha bissato il successo originario nell’arco di sei giovedì di fine autunno: prima della sua ultima puntata, che ha avuto luogo il 10 dicembre, aveva già messo in fila nuove leve, talenti affermati ed emergenti della scena italiana, con una predilezione per l’urban e alcune significative deviazioni di classe dal percorso principale – si sono infatti avvicendati sul palco Lazza, Voodoo Kid, Margherita Vicario, Mecna, Gué Pequeno, Emma Nolde, Samuele Bersani, Francesco Bianconi. Ed il botto finale è stato appannaggio del rap nostrano, grazie a Psicologi e Ernia, con una spruzzata di indie con Ariete, dalla quale partiamo.

Arianna Del Giaccio, potremmo dire, non arriva esattamente da X Factor. Già, perché la ragazza che ha scelto il nome d’arte di Ariete ci aveva provato eccome, ma Sfera Ebbasta l’aveva scartata nell’edizione dello scorso anno, così la ragazza nata ad Anzio non era andata oltre i bootcamp.

Volontà di ferro unita al talento la sua, evidentemente: nessun problema a restare in gioco e ad attirare l’attenzione di una delle etichette più roventi della scena indie laziale, quella Bomba Dischi che ha firmato successi come quelli di Calcutta, Franco 126 e Carl Brave. Un anno dopo Ariete ha due EP al proprio attivo ed è sorvegliata speciale: i suoi 18 anni sono pochissimi rispetto alla manciata di singoli che ha già cominciato a disseminare sulle piattaforme di streaming, ma anche per la sicurezza con cui – vedere per credere – ha affrontato il palco dell’Alcatraz in “Niente di Strano 2” nella stessa serata di Psicologi e Ernia.

Quest’ultimo è la stretta attualità del rap italiano.

Ha da poco pubblicato il suo terzo album, “Gemelli”, quindi è tutt’altro che una new entry. Al contrario, è una conferma che dimostra di padroneggiare il genere in profondità, permettendosi di spaziare dalle sue radici al pop, e di attirare l’attenzione di un peso massimo come Fabri Fibra (il cui feat. In “Non me ne frega un cazzo” non è certo passato inosservato tra fans e colleghi, ammirati per come un ‘grande vecchio’ si sia prodigato per un collega più giovane). Ernia ambisce alla grandezza della penna di Marracash e, per essere all’altezza dell’obiettivo, con il nuovo disco ha esplorato e sperimentato senza problemi, dando mostra di capacità eclettiche che, dallo studio, sono state trasferite anche in una grande serata dal vivo all’Alcatraz.

E che dire degli Psicologi?

Il lettore meno ferrato deve sapere che parliamo di un duo di ventenni formato da Lil Kaneki (vero nome Alessio Aresu, romano) e da Drast (napoletano che all’anagrafe fa Marco de Cesaris) che si è fatto largo nell’orribile anno del Covid con “Millenium Bug”, album d’esordio uscito a giugno che è un raro condensato di urgenza generazionale.

Critici verso molti degli atteggiamenti e delle abitudini sociali dei loro coetanei della Generazione Z, i ragazzi hanno prodotto il disco in pieno lockdown palleggiandosene la gestazione tra Roma e Napoli, dove ciascuno di loro era bloccato, ma riuscendo a includervi diversi ospiti – si segnalano tra loro Tredici Piero, figlio di Gianni Morandi, e Madame, altro virgulto della scena. La loro performance dell’Alcatraz, tra l’altro, calza a pennello allo spettatore che desideri farsi un’idea di cosa lo aspetta quando si esibiranno il prossimo 11 giugno alle Capannelle di Roma….

“Niente di Strano 2” è stato un party di grande musica lungo sei settimane, ma condensato oggi in una quantità di episodi in video tutti disponibili on demand sul canale YouTube di buddybank.

In attesa della stagione numero tre…

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.