Corsa ai cataloghi, acquisiti anche quelli di Bob Crewe (Four Tops) e Chris Braide (Sia)

Si consolida la tendenza che sta vedendo i patrimoni editoriali l’asset più ambito dai grossi gruppi. Nel mirino non solo i repertori legacy
Corsa ai cataloghi, acquisiti anche quelli di Bob Crewe (Four Tops) e Chris Braide (Sia)

I casi di Stevie Nicks e Bob Dylan - oltre che all’annuncio polemico di David Crosby - hanno sollevato il velo su quello che potrebbe essere il fenomeno caratterizzante delle prossime stagioni discografiche: la cessione dei cataloghi da parte degli artisti alle società editoriali. La casistica, fino a oggi, ha parlato di big ormai a fine carriera ansioni di realizzare finanziariamente un’eredità artistica messa a rischio da una parte dalla pandemia - che ha imposto lo stop agli eventi dal vivo - e dall’altro dallo streaming, che in termini di entrate da diritti d’autore, si sa, non è mai stato particolarmente generoso.

Il primo degli ultimi due casi segnalati sul tema riguarda comunque un corpus legacy: il catalogo di Bob Crewe, autore - scomparso nel 2014 - che con il collega Bob Gaudio firmò a partire dai primi anni Sessanta alcuni dei più grandi successi dei Four Tops di Frankie Valli come “Sherry”, “Big Girls Don’t Cry”, “Walk Like a Man”, “Rag Doll” e “My Eyes Adored You”, oltre che alla celebre hit transgenerazionale “Lady Marmalade”, è stato ceduto alla società di edizione newyorchese Reservoir. L’operazione è stata curata dal fratello dell’artista Dan, che oggi dirige la fondazione a lui intitolata, impegnata nella promozione delle arti e nel supporto della comunità LGBTQ+: “La squadra di Reservoir ha dimostrato sincero interesse nel volersi prendere cura di queste opere senza tempo”, ha spiegato, “Siamo sicuri che, con loro, l’eredità di Bob sia in buone mani”.

Una scelta del genere, tuttavia, non è appannaggio esclusivo di artisti la cui carriera sia chiusa o prossima alla chiusura, e che - appunto - considerino il proprio lavoro in termini di eredità. Chris Braide ha appena 46 anni, è uno dei più fidati coautori dell’attualissima popstar Sia, ha firmato - e continua a firmare, avendo contribuito alla stesura delle canzoni che saranno presenti nel prossimo album dell’artista australiana, “Music” - brani per artisti del tutto contemporanei come Halsey, Nicki Minaj, LP, Robin Schulz, Elle King e Selena Gomez: nonostante la sua carriera sia ancora in piena attività, l’autore ha deciso di cedere il proprio catalogo alla Downtown Music Publishing.

“Le canzoni parti dell’accordo sono alcune delle mia preferite e una parte importante della mia carriera”, ha spiegato Braide: “Sono sicuro che alla Downtown saranno bene amministrate”. “In pochi hanno una versatilità tale da poter scrivere per Sia, Beyoncé, Marc Almond e Glenn Tilbrook”, gli ha fatto eco Mike Smith Downtown Music: “Il lavoro di Chris ha contribuito a plasmare gran parte del panorama musicale negli ultimi dieci anni e sono lieto che abbia affidato a Downtown il suo catalogo”. La guerra dei cataloghi, quindi, potrebbe diventare molto più attuale di quanto apparso in un primo momento.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.