SIAE, pubblicati i dati regionali dell’Osservatorio dello Spettacolo sul primo semestre 2020

Cali impressionanti nel settore concerti in Lombardia, Toscana, Liguria e Sardegna
SIAE, pubblicati i dati regionali dell’Osservatorio dello Spettacolo sul primo semestre 2020

Sul sito ufficiale della Società Italiana Autori ed Editori è stato pubblicato un rapporto comparativo tra il primo semestre del 2019 e quello del 2020 sull’andamento della presenza del pubblico al cinema, a teatro, ai concerti, allo stadio, nelle sale da ballo e in ogni altro genere di spettacolo e di sport. Nell’indagine emerge chiaramente l’impatto avuto dall’emergenza sanitaria da Covid-19 sul mondo della musica dal vivo, il più colpito dalle misure di contenimento del contagio da Sars-Cov-2.

In riferimento alle ricadute sull’attività concertistica, la Toscana ha registrato una diminuzione di incasso al botteghino superiore al 90%, ma in termini assoluti pari solo ad un terzo della perdita subita dalla Lombardia, pari a 62,8 milioni di euro. In linea generale, le perdite maggiori si sono concentrate nelle regioni dove i primi posti della spesa del pubblico sono occupati da attività sportiva e attività concertistica, come la Lombardia (-73,99%), la Liguria (-86,99%) e la Sardegna (-77,04%).

“Con l’elaborazione dei dati regionali, l’Osservatorio dello Spettacolo SIAE vuole mettere a disposizione tutte quelle informazioni che, anche a livello locale, possono portare a politiche più mirate a favore dello sviluppo di un settore strategico per tutto il nostro Paese che purtroppo sta pagando duramente le conseguenze economiche della pandemia”, ha commentato il Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini: “Sempre più le comunità locali sono chiamate ad agire sul proprio territorio per avviare le necessarie azioni di trasformazione di fronte alle nuove sfide che la situazione determinata dalla pandemia ci impone.

In questo contesto, diventa fondamentale garantire a ciascun territorio un welfare culturale, se così vogliamo definire il diritto generalizzato di accesso al nostro patrimonio artistico e culturale con la sua capacità di arricchire e fecondare il futuro di tutti”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.