Qualcuno vuole dormire nel letto d'infanzia di Ozzy Osbourne?

In affitto la camera da letto della casa in cui è cresciuto l'ex Black Sabbath: "Lo dico subito: secondo me il prezzo non è un affare".
Qualcuno vuole dormire nel letto d'infanzia di Ozzy Osbourne?

Nel letto del vampiro, ricordando l'infanzia di Ozzy Osbourne. L'ex frontman dei Black Sabbath è stato premiato dall'edizione britannica del magazine GQ con il Lifetime Achievemnt ai GQ Awards, un riconoscimento che ha voluto omaggiare l'artista per la sua influenza come musicista e icona di stile. Nel corso dell'intervista Ozzy ha parlato di diversi argomenti che vanno dal suo stato di salute alla sua paura per il Coronavirus, fino al modo in cui ha deciso di trascorrere il lockdown. “Quest'anno è stato il peggiore della mia vita!”, ha dichiarato Ozzy Osbourne, che proprio all’inizio del 2020 ha confermato di avere il morbo di Parkinson Ha aggiunto: “Soffro di enfisema, quindi se prendo il virus, sono fottuto”.

Ma non è finita: Ozzy ha spiegato di come la. camera da letto in cui ha trascorso i primi anni della sua vita a Birmingham sia stata messa in affitto. L'attuale proprietario della piccola casa al 14 di Lodge Road, nel quartiere di Aston a Birmingham, dà infatti la possibilità di dormire nella stanza da letto che molti anni fa fece da scenario alla vita del piccolo John Michael Osbourne da prima che diventasse. Ecco che cosa ha raccontato:

"Il proprietario fa pagare 400 sterline a notte! Quella cazzo di casa, tutta, non ne valeva nemmeno 300! Devono aver fatto un ampliamento del bagno davvero costoso! La cosa strana è questa: sono tornato in quella casa molti anni dopo essere andato via e quando sei piccolo tutto ti sembra gigante. Quella casa, però, era io, mia madre, mio padre e altri cinque tra fratelli e sorelle. Eravamo in otto in quella casa così piccola e ancora mi chiedo come diavolo siamo riusciti a farcela".

Lo scorso settembre Ozzy Osbourne - che qualche settimana dopo la scomparsa di Eddie Van Halen, ai microfoni dell'emittente radiofonica americana SiriusXM, ha rivelato di essere stato invitato dal cofondatore dei Van Halen a unirsi al suo gruppo dopo l’uscita dalla formazione di “Jump” di Sammy Hagar - a margine di uno speciale su Rock Classics Radio su Apple Music Hits dedicato al quarantesimo anniversario dell’uscita del suo primo album solista, "Blizzard of Ozz”, ha spiegato perché non farà il vaccino.

L’artista britannico ha dichiarato: “Sapete che vi dico? Che potete darmi di tutto ma io non sarò di certo il primo a fare il nuovo vaccino, non voglio essere il primo a svegliarmi il mattino seguente con delle cazzo di corna”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.