Live 8 a Roma: Claudio Trotta replica a Roberto De Luca

Riceviamo da Claudio Trotta, di Barley Arts, e volentieri pubblichiamo:
”Ringraziando Rockol per la precisione ‘clinica’ con la quale ha riportato le mie dichiarazioni nella notizia pubblicata martedì 21 giugno, ‘I grandi assenti del Live 8 a Roma: che cosa non ha funzionato?’ (http://www.rockol.it/news.php?idnews=71838) chiedo ospitalità per replicare ad alcune affermazioni riferite nella stessa notizia.
In merito alle dichiarazioni fornite dal dirigente della multinazionale americana Roberto De Luca, è evidente che tecnicamente Clear Channel non aveva e non ha nessun obbligo professionale nei confronti degli altri promoter italiani. Peraltro ricordo che in Italia, diversamente da altri Paesi europei dove Clear Channel opera in regime di ‘semi-monopolio’, i promoter italiani indipendenti e non controllati dal colosso texano producono e presentano una percentuale molto importante di musica italiana e internazionale.
Si tratta evidentemente e solo di sensibilità e spirito di collaborazione, che erroneamente qualcuno ha pensato essere elementi importanti di Live 8, visto lo scopo nobile e alto dell’evento, ma che evidentemente, stando alle dichiarazioni di De Luca, puramente improntate a una ferrea logica di business, hanno ben poco peso.
Forse questa considerazione risponde alla legittima domanda posta da Rockol: ’che cosa non ha funzionato?’. Sono mancati il cuore e la passione necessari per comunicare agli artisti il rispetto per la loro arte e la necessità del loro coinvolgimento”.

Rockol sarà lieto di ospitare integralmente altri interventi su questo tema: il dibattito è aperto, e ci sembra che sia un dibattito meritevole di attenzione.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.