Rockol Awards 2021 - Vota!

Freddie Mercury, le canzoni che ha scritto per i Queen

Ventinove anni fa ci lasciava il frontman dei Queen.
Freddie Mercury, le canzoni che ha scritto per i Queen

Il 23 novembre 1991 un comunicato stampa ufficiale comunicava al mondo che il cantante dei Queen Freddie Mercury aveva contratto l'AIDS. Il giorno dopo, il 24 novembre, la rockstar si spegneva all'età di 45 anni nella sua casa di Londra.

Farrokh Bulsara era nato il 5 settembre 1946 a Stone Town, Zanzibar, dove il padre - Bomi, sposato a Jer, entrambi di etnica parsi e di fede zoroastriana - prestava servizio presso il locale distaccamento della Segreteria di Stato per le Colonie britanniche.

Otto anni più tardi la famiglia si trasferisce in India. A diciotto anni Freddie torna a Zanzibar con la famiglia, ma il soggiorno sarà breve: i Bulsara sono infatti costretti a riparare in Inghilterra in seguito ai disordini dovuti alla rivoluzione che portò alla nascita dello stato della Tanzania. La nuova residenza dell'artista diventa così Feltham, nella cintura urbana londinese. Dopo il diploma al Ealing Art College (dove conosce il suo futuro compagno di gruppo Brian May) Freddie si unisce agli Ibex, dove stringe amicizia con il batterista Roger Taylor, poi ai tamburi nei Queen: la band prosegue le attività fino al 1969. E' il 1970. Freddie e Roger, dopo lo scioglimento degli Ibex, stanno cercando una band. Brian May, in seguito all'implosione degli Smile, il suo primo gruppo, è a spasso. I vecchi compagni di scuola si ritrovano e decidono di avviare un nuovo progetto. A bordo viene accolto il bassista John Deacon, dopo il fugace passaggio in line up di Mike Grose.

Nascono così i Queen, la band riscuoterà un successo con pochi pari e, ancora oggi, seppur con i soli Brian May e Roger Taylor in formazione continua a vivere in concerto coadiuvata dal cantante statunitense Adam Lambert. Anche se la voce dei Queen sarà per sempre e per tutti, Adam Lambert compreso, l'indimenticabile Freddie Mercury.

Una delle particolarità della band inglese è stata quella di avere proposto canzoni scritte da tutti e quattro i membri del gruppo. Non vi erano uno o due autori, tutti partecipavano alla scrittura delle canzoni: Mercury, May, Deacon e Taylor. A seguire riportiamo un brano per ogni album inciso in studio dai Queen firmato da Freddie Mercury.

Il primo album della band inglese, "Queen", viene pubblicato il 13 luglio 1973. Nel disco cinque brani su dieci sono firmati da Freddie Mercury, "Liar" è uno di questi. La canzone uscì come 45 giri nel febbraio 1974 avendo come lato B "Doing All Right".

Nel secondo album della formazione britannica, "Queen II", pubblicato nel marzo 1974 sono sei i brani portati in dote da Freddie Mercury. Uno di questi, "Seven Seas of Rhye", era presente anche nella tracklist del loro disco di debutto come strumentale. Uscito come singolo il brano ha raggiunto la decima posizione nella classifica di vendita britannica. Primo brano dei Queen ad entrare nella Top Ten della chart.

Sempre nel 1974, ma a novembre, viene pubblicato il terzo album dei Queen, "Sheer Heart Attack". Cinque i brani scritti da Freddie, tra questi "Killer Queen". Il singolo arrivò fino alla posizione numero due in classifica e lanciò definitivamente i Queen tra i gruppi di maggiore successo di quel periodo.

Il quarto album fu quello della definitiva svolta per i Queen: il 21 novembre 1975 esce infatti "A Night at the Opera". Nel disco è presente la prima numero uno del gruppo, la celeberrima "Bohemian Rhapsody". Una delle cinque canzoni scritte da Freddie Mercury per questo album.

Nel quinto album del quartetto britannico, "A Day at the Races", pubblicato nel dicembre 1976, sono quattro le canzoni da ascrivere al cantante dei Queen. La più nota delle quali è un altro dei molti classici della band, "Somebody to Love". Il brano salì in classifica sino ad occupare il secondo posto.

Per il successivo "News of the World", pubblicato nell'ottobre 1977, Freddie Mercury compone solo tre delle undici canzoni in tracklist. La più nota delle quali è, senza dubbio, "We Are the Champions". Come già per "Somebody to Love" anche "We Are the Champions" non riuscì a conquistare la vetta della classifica e si fermò in seconda posizione.

Cinque sono i brani di Freddie Mercury inclusi nel settimo album in studio dei Queen, "Jazz", pubblicato nel novembre 1978. Tra questi, "Don't Stop Me Now", che raggiunse la nona posizione nella classifica di vendita inglese, e "Bicycle Race" che si fermò all'undicesimo.

Giugno 1980, esce l'ottavo album del gruppo di Freddie Mercury, "The Game". Tra i tre brani scritti dal cantante figura "Crazy Little Thing Called Love" che si fa largo nella classifica britannica fino ad occupare la seconda posizione. Negli Stati Uniti e in altre nazioni si isserà invece al primo posto.

Sul finire del 1980 i Queen pubblicano un altro album, la colonna sonora del film "Flash Gordon", composta per di più da brani strumentali. Nel 1982 esce "Hot Space", decimo capitolo della loro discografia. Tra i brani accreditati a Freddie Mercury, "Body Language".

Il 1984 è l'anno in cui esce "The Works". Sono quattro i singoli estratti dall'album: "Radio Ga Ga" (di Roger Taylor, seconda in classifica), "I Want to Break Free" (di John Deacon, terza in classifica), "It's Hard Life" (di Freddie Mercury, sesta in classifica) e "Hammer to Fall" (di Brian May, tredicesima in classifica). Oltre a "It's Hard Life", Mercury contribuirà al disco con "Man on the Prowl", "Keep Passing the Open Windows" e "Is This the World We Created...?" co-firmata con Brian May.

"A Kind of Magic" viene pubblicato nel giugno del 1986. L'unica canzone firmata unicamente da Freddie Mercury è "Princes of the Universe". La title track che in classifica andrà alla terza posizione è firmata dal batterista Roger Taylor.

L'ultimo album pubblicato dai Queen negli anni Ottanta è, nel 1989, "The Miracle". Tre i brani di Freddie Mercury, tra questi la title track, più altri quattro co-firmati con altri membri del gruppo. "The Miracle" fu il quinto singolo estratto dal disco e non andò al di là di un modesto (per un brano dei Queen) ventunesimo posto nella classifica di vendita britannica.

Nel febbraio del 1991 venne pubblicato "Innuendo", l'ultimo album dei Queen uscito con Freddie Mercury ancora in vita. Tutti i brani del disco sono accreditati ai Queen. Nella tracklist sono inclusi brani come "Innuendo" – che conquistò la prima posizione nella chart -, "The Show Must Go On" e "The Are the Days of Our Lives".

Nel novembre del 1995 uscì il quindicesimo e ultimo album dei Queen, "Made in Heaven". La band elaborò delle tracce vocali registrate da Freddie Mercury nel corso degli anni. Il disco rimase per venticinque settimane alla posizione numero uno della classifica di vendita inglese, la title track venne firmata da Mercury.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.