Comunicato Stampa: Antonio Scurati per La Biblioteca in Giardino

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Lunedì 4 luglio alla biblioteca Lorenteggio di Milano
L'ordinaria follia della contemporaneità descritta dai celebrati
romanzieri Antonio Scurati e Mauro Covacich

per il ciclo di incontri Narrazioni de La Biblioteca in Giardino Modera Alessandro Bertante

Continua anche a luglio la rassegna letteraria Biblioteca in Giardino e continua con il terzo appuntamento del ciclo di incontri che va sotto il nome di Narrazioni.

Lunedì 4 luglio alla Biblioteca Lorenteggio i celebrati romanzieri italiani Antonio Scurati, finalista al premio Campiello e Mauro Covacich finalista al Viareggio, parleranno delle loro storie maturate sul terreno di un'esplosiva normalità, scrittori che da sempre affrontano la narrativa spaziando dal passato a un presente che diventa tema di riflessione, ragionano con forza impietosa sullo spirito del nostro tempo incerto, in cui tutti sono vittime possibili di violenze casuali e soprusi psicologici perpetrati in nome dell'audience.

Il protagonista dell'ultimo romanzo di Scurati, ventenne bello e dannato, fa strage dei commissari che con poco limpida severità hanno deciso di respingerlo all'esame di maturità, risparmiando solo il professore di filosofia, voce narrante del romanzo e - forse - suo ispiratore. Covacich dipinge invece l'esistenza impoverita di Sandro, autore di un reality show alle prese con un dibattito etico interiore su ciò che è lecito o meno mostrare, un matrimonio stanco con una professoressa di storia e una bimba adottiva autistica e aggressiva. Quando il disagio interiore deflagra in inspiegabili gesti criminali, il vuoto di valori e prospettive arriva ad alterare la percezione del mondo e l'intimità spiata si trasforma nella pornografia della tv-spazzatura, l'unica salvezza sembra essere il deliberato distacco dalla realtà, il rifugio in una dimensione mentale algida, impenetrabile e sicura.

I due ultimi libri dei due autori sono stati salutati dalla critica come veri e propri capolavori della narrativa italiana.

Mauro Covacich
Nato a Trieste nel 1965, vive e lavora a Pordenone. Collabora con varie testate, scrivendo reportage, racconti di viaggio e storie tratte dalla cronaca. Ha esordito nel 1993 con il romanzo "Storie di pazzi e di normali" (Theoria), cui sono seguiti "Colpo di Lama" (Neri Pozza, 1995), "Mal d’autobus" (Tropea, 1997), "Anomalie" (Mondadori, 1998), "La poetica dell’Unabomber" (Theoria, 1999), "L’amore contro" (Mondadori, 2001), "A perdifiato" (Mondadori, 2003) e, infine, "Fiona" (Einaudi, 2005). Suoi racconti sono presenti in numerose antologie della più recente narrativa italiana. Collaboratore assiduo del "Corriere della Sera", ha inoltre realizzato per la RAI alcuni radio documentari e il radiodramma "Safari". Nel 1999 l’Università di Vienna gli ha conferito l’Abraham Woursell Prize.

Antonio Scurati
Nato a Napoli nel 1969, ha studiato a Parigi e negli Stati Uniti. Insegna Sociologia della comunicazione presso l'Università di Bergamo, dove è tra i membri del Gruppo di ricerca sui linguaggi della guerra e della violenza. Su questi argomenti ha pubblicato, tra l'altro, "Televisioni di guerra" (Ombre Corte, 2003), "Guerra. Narrazioni e culture nella tradizione occidentale" (Donzelli, 2003) e il romanzo "Il rumore sordo della battaglia" (Mondadori, 2002; Premio Chianciano, Premio Fregene, Premio Selezione Rhegium Julii Opera Prima, Premio Edoardo Khilgren). Per l'editore Bompiani è appena apparso il romanzo "Il sopravvissuto". È direttore del settore Formazione del Festival di Ravello.

I libri
Fiona, di Mauro Covacich - Einaudi, 2005; Il sopravvissuto, di Antonio Scurati - Bompiani, 2005

INIZIO INCONTRO ORE 21,30 INGRESSO LIBERO

www.labibliotecaingiardino.it
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.