Calcio e musica: il Milan (con Roc Nation) guarda al futuro

Il club lombardo si lega all'agenzia di Jay-Z per l'organizzazione di eventi musicali: 'Legame strategico tra sportivi e artisti: facciamo tutti parte dell'industria dell'intrattenimento'. E, se verrà costruito il nuovo stadio di Milano...
Calcio e musica: il Milan (con Roc Nation) guarda al futuro

Viaggia sull'asse Brooklyn - Portello "From Milan with Love: Next Gen", l'evento musicale in streaming che il prossimo 20 novembre vedrà la star americana DJ Khaled presentare dieci artisti emergenti provenienti da tutto il mondo: lo show virtuale rappresenta il secondo frutto della partnership stretta lo scorso febbraio tra AC Milan e Roc Nation, la controllata del colosso del live promoting Live Nation fondata nel 2008 dal Re Mida dell'hip hop statunitense Jay-Z.

Il connunbio tra musica e sport non è una novità, a livello commerciale, nella carriera da imprenditore di Sean Cartert: lo stesso rapper di "Hard Knock Life" è stato co-proprietario dei Brooklyn Nets tra il 2003 e il 2013, e non ha mai fatto mistero di considerare come sorvegliate speciali dal suo impero commerciale le realtà sportive, tanto da aprire, a partire dal 2003, la catena di sport bar 40/40 Club. Gli interessi di Jay-Z in questo campo, tuttavia, fino a qualche mese fa non avevano cittadinanza nel nostro Paese.

"Siamo stati i primi, in Italia, a concretizzare una partnership tra una società legata al mondo musicale e una a quello sportivo", ha spiegato a Rockol Lamberto Siega, marketing director della società meneghina: "Avere connessioni con personalità legate all'industria dello spettacolo è un aspetto che restituisce molto in termini di visibilità: basti pensare ai casi di Rihanna allo Juventus Stadium, o l'iniziativa dei Black Eyed Peas con l'Inter. Il calcio fa parte dell'industria dell'intrattenimento, e all'interno dell'entertainment musica e sport si combinano in modo molto sinergico. Ai calciatori e agli artisti piace interagire: penso, per esempio, alle playlist dei campioni o alle divise dei club esibite dai cantanti. Ad alto livello c'è molta voglia di avvicinamento".

Perché scegliere proprio la società di Jay-Z per consolidare, da parte di AC Milan, il connubio tra musica e sport? "L'accordo con Roc Nation è inteso come strategico. Tramite diversi filoni di collaborazione, ci consente di ingaggiare anche i fan 'occasionali'", osserva Siega: "Secondo un'indagine Nielsen, il Milan conta al livello globale 400 milioni di fan. Non tutti, ovviamente, vanno allo stadio o seguono gli incontri: molti sono 'causal fan', fan occasionali, che consideriamo comunque un target strategico, a fini commerciali. Questo genere di fan riescono a essere ingaggiati aggiungendo interessi extra-calcistici. Consideriamo il mercato americano molto importante e interessante: avere la possibilità di condurre operazioni come quelle che abbiamo attivato con Roc Nation - sotto forma di concerti, o duetti tra atleti e artisti, o ancora campagne social - ci consente di allargare la nostra base di fan. Con un valore aggiunto, che riguarda la fascia d'età: il mondo della musica ci apre spazi nuovi, a livello comunicativo, rivolti a profili di pubblico che non necessariamente è appassionato di calcio".

L'idea di unire la platea sportiva a quella musica, in Italia, ha un precedente importante con F1 Rocks, iniziativa congiunta tra il circuito all'epoca gestito da Bernie Ecclestone e Live Nation che nel 2011 portò Planet Funk e Jamiroquai a esibirsi a Monza alla vigilia del Gran Premio. La partnership tra AC Milan e Roc Nation potrebbe evolversi nella medesima direzione.

"Il primo evento 'From Milan with Love' nacque come iniziativa spontanea, all'inizio della partnership tra Milan e Roc Nation, a febbraio, per definire i parametri della collaborazione: fu una sorta di tributo-regalo al pubblico ideato durante il periodo difficile, quello del primo lockdown, con finalità benefiche", racconta Siega: "I riscontri molto positivi ci hanno convinto a trasformare l'iniziativa in un formato: 'Next Gen' è nato con l'idea di avere più seguiti, magari in forme diverse, nel corso dei prossimi anni. Del resto organizzare eventi dal vivo con Roc Nation erano già nei piani: c'erano state delle discussioni, si pensava di sfruttare occasioni come quelle offerte dalla settimana del design. La situazione contingente ha fatto evolvere il programma in chiave digitale, ma alla base della collaborazione c'è la volontà di sviluppare dei format musicali 'in presenza' che colleghino il Milan agli artisti e alla città di Milano: ci stiamo lavorando, ma l'idea del formato 'fisico' per il futuro c'è. Non dimentichiamo che Milan e Inter stanno collaborando allo sviluppo di un nuovo polo attrattivo, il nuovo stadio, del capoluogo lombardo: se questo progetto andasse in porto avremmo non solo uno degli stadi più innovativi d'Europa, ma anche un'arena perfettamente funzionale allo sviluppo di eventi che vanno oltre il calcio. Sia la strategia attuale di legare il Milan a Roc Nation che quella futura di legare questa attività a un possibile asset pubblico come il nuovo stadio fanno parte di un percorso di evoluzione di un brand di entertainment, come - a conti fatti - è una squadra di calcio".

Dall'archivio di Rockol - Artisti che odiano i loro successi: 11 casi da manuale
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.