Regali di Natale 2020: Rossano Lo Mele, "Scrivere di musica"

I libri da regalare a Natale 2020
Regali di Natale 2020: Rossano Lo Mele, "Scrivere di musica"

Rossano Lo Mele
Scrivere di musica
Minimum Fax, 160 pagine, 15 euro

Ogni giorno a Rockol riceviamo in media due autocandidature di aspiranti collaboratori. Cerco per quanto possibile di rispondere a tutti; anche a quelli che, abbastanza scioccamente, mandano email uguali a tutti i giornali ai quali pensano di potersi rivolgere (ragazzi, si capisce quando una email è standard...) e anche a quelli che ci scrivono di voler collaborare con Rockit, Billboard o altre testate – avvisandoli della gaffe, che comunque è già un sintomo di scarsa attenzione.

Come potete immaginare, ci arriva di tutto: gente che vorrebbe occuparsi solo di recensire musica heavy metal scandinava, gente che sostanzialmente vuole andare ai concerti gratis, gente che commette errori di ortografia anche gravi (“un’altro”, “qual’è”...).

E non sapete quante volte ho desiderato di poter reindirizzare queste mail a qualcuno che potesse spiegare preventivamente, ai tanti (troppi, per questi tempi) che vorrebbero scrivere di musica, che cosa significa oggi scrivere di musica.

D’ora in avanti, a quelli che scriveranno a Rockol candidandosi come collaboratori risponderò che, prima di riscriverci, dovranno aver letto – anche in ebook, costa meno di nove euro su Amazon – questo fondamentale “manuale di istruzioni”.

Rossano Lo Mele, nel suo libro, parte dalla propria esperienza personale per allargare il discorso al più generale argomento dello “scrivere di musica”, e fornisce una guida pratica (per quanto intima, come spiega il sottotitolo) all’approccio al mestiere (o alla passione, o all’hobby: tanto ormai chi scrive di musica lo fa per passione o per hobby, non certo per soldi). E nel contempo traccia un panorama ampio e circostanziato della situazione delle testate musicali italiane, senza vittimismi ma anche e soprattutto senza facili promesse di gratificazioni.

E’ una lettura illuminante, per l’aspirante giornalista musicale: l’autore racconta con onestà e lucidità il percorso che ha seguito lui e indica altri percorsi possibili, e lo fa con una chiarezza tanto esplicita da apparire a volte – e giustamente – quasi brusca. Ma è giusto così: non avrebbe senso indurre a coltivare illusioni che si schianterebbero contro la dura realtà dei fatti.

“Scrivere di musica” dovrebbe essere adottato come libro di testo dai tanti sedicenti corsi, scuole e master che promettono di avviare alla carriera del giornalista musicale. Ma non lo faranno – altrimenti non si iscriverebbe più nessuno...

Franco Zanetti

Dall'archivio di Rockol - I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.