Regali di Natale 2020: Renzo Stefanel, "Ma c’è qualcosa che non scordo"

I libri da regalare a Natale 2020
Regali di Natale 2020: Renzo Stefanel, "Ma c’è qualcosa che non scordo"

Renzo Stefanel    
Ma c’è qualcosa che non scordo    
Autopubblicato, 280 pagine,10,39 euro

Attenzione: questo è un libro importante. E’ la nuova edizione ampliata, riveduta e corretta dell’omonimo libro dello stesso autore pubblicato da Arcana nel 2007. Ma quando si scrive “ampliata, riveduta e corretta” si intende, in questo caso specifico, che si tratta di un libro davvero nuovo e diverso; a tredici anni di distanza, Stefanel – che è uno dei battistologi più attenti, competenti ed equilibrati – ha ripreso in mano il suo lavoro di tredici anni or sono, rivedendolo anche autocriticamente, integrandolo ampiamente con i materiali messi a disposizione dai libretti dei Cd della cosiddetta “Mogol Edition” pubblicata in edicola da “Sorrisi e Canzoni” – in cui l’autore dei testi delle canzoni qui raccontate ne fornisce un commento narrativo – e in conclusione realizzando un’opera decisamente più completa di quella di quasi tre lustri fa, e che fra l’altro comprende anche la presentazione e l’analisi delle canzoni firmate Mogol-Battisti ma non incise ufficialmente da Lucio.

Ora, se l’editoria italiana è diventata così ottusa da non rendersi conto del valore di questo lavoro, tanto da aver costretto Stefanel a pubblicarselo in proprio e a metterlo in vendita su Amazon, vuol dire che non mi sbaglio quando penso che siamo messi davvero male. Perché un libro così diventerà un riferimento imprescindibile, da affiancare ad altre opere “obbligatorie” per chi si interessi di Lucio Battisti, come “Lucio Battisti. Discografia mondiale” di Michele Neri, 2010, Coniglio Editore, e “Mogol-Battisti: l’alchimia del verso cantato”, di Gianfranco Salvatore, Castelvecchi, 1997 (purtroppo attualmente non disponibile: a quando una ristampa?). E non si capisce come gli editori italiani pubblichino, sul tema, roba ben meno meritoria, giusto per avere in catalogo un libro su Battisti, e non abbiano colto l’occasione di pubblicare il libro di Stefanel. Il quale, comunque, con i mala tempora che currunt, avrà più soddisfazioni economiche dall’autopubblicazione. La mezza stella che manca al voto massimo è dovuta all’assenza di un indice analitico che dica a che pagina trovare ogni singola canzone. Raccomando a Stefanel di includerlo nella prima ristampa, che gli auguro imminente.

Franco Zanetti       

Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.