Perché i Negramaro sono ancora qua, dopo vent'anni?

Lo scioglimento sventato nel 2017, la malattia del chitarrista Lele Spedicato, la nuova crisi. "Contatto" ci racconta cosa rappresentano oggi Giuliano Sangiorgi e soci.
Perché i Negramaro sono ancora qua, dopo vent'anni?
Credits: Pietro Pappalardo

Il passato alle spalle, lo sguardo rivolto se non verso il futuro - ché appare incerto per tutti - quantomeno al presente. Quello dei Negramaro è rappresentato da un nuovo album, il decimo della loro carriera e l'ottavo in studio. Si intitola "Contatto", esce domani, venerdì 13 novembre, e arriva a vent'anni esatti dalla nascita della band salentina, che avrebbe poi debuttato ufficialmente nel 2003 con l'eponimo disco d'esordio. È il primo inciso da Giuliano Sangiorgi e soci dopo la malattia di Lele Spedicato, il chitarrista del gruppo, finito in coma nel 2018 a causa di un'emorragia cerebrale e tornato dopo un periodo di riabilitazione a suonare con la band. "Oggi è solo vita. Abbiamo resistito in un momento in cui nessuno di noi aveva voglia di andare in tour. Alla fine Lele è tornato. L'ho ringraziato per non averci cambiato la vita", racconta il frontman, che ha presentato oggi l'album insieme ai compagni con una conferenza virtuale (e interattiva). La prima canzone nata dopo la crisi, "Noi resteremo in piedi", è quella che apre il disco e ne racchiude lo spirito, combattivo e battagliero: "Il segreto per arrivare a tagliare un traguardo come quello dei vent'anni di carriera? Avere cose da dire, sempre. Altrimenti i Negramaro sarebbero rimasti fermi al 2003 e sarebbero scomparsi".

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/i30g1892LMJKNBnoVz8Sa_VNDNI=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/contatto-cover-album-min.jpg

La produzione e l'omaggio a Morricone

"Contatto" arriva a tre anni dal precedente "Amore che torni" ed è stato anticipato dall'omonimo singolo, uscito a inizio ottobre: "Noi siamo sempre stati abituati ad ogni tipo di contatto stretto, come band e come fratelli non di sangue. Ad un tratto ci siamo resi conto che la parola che per antonomasia ha dentro di sé il concetto di fisicità, il tatto, si era svuotata all'improvviso di tutta questa fisicità", spiega Sangiorgi a proposito del titolo. Per la prima volta dal 2003 un album dei Negramaro è prodotto da un solo membro della band, il tastierista Andro (vero nome Andrea Mariano): "È un disco coraggioso perché abiamo cercato di guardarci intorno, lasciandoci ispirare dai nuovi linguaggi. È inutile pensare di ripeterci riproponendo cose che abbiamo già fatto in passato. Siamo i primi ad annoiarci. Abbiamo sempre bisogno di soluzioni nuove. Non è scontato che gli altri mi abbiano lasciato le chiavi del furgone. Mi hanno sostenuto fin dall'inizio, spingendomi a fare cose coraggiose: c'è l'elettronica, ci sono le chitarre, ci sono gli archi e in alcuni passaggi anche i fiati che ricordano le big band jazz", dice lui. In "Dalle mie parti", il brano che chiude il disco, c'è un omaggio a Ennio Morricone: "Le orchestrazioni sono state arrangiate da Stefano Nanni, che ha diretto l'Orchestra Roma Sinfonietta, tanto cara al Maestro. Abbiamo registrato al Forum Village di Roma quando lui era ancora vivo, con i suoi musicisti. La coda è ispirata alle atmosfere dei film di Sergio Leone". 

Il duetto con Madame e gli interpreti

"Non è vero niente" è un duetto tra Sangiorgi e Madame, rapper veneta - della stessa scuderia dei Negramaro, Sugar - ventitré anni in meno del cantautore: "Ascolta i dischi che ascoltavo io quando avevo la sua età. E si tiene lontana dai soliti cliché. Mi affascina. Nell''88 ascoltavo 'Don't believe the hype' dei Public Enemy, oggi ascolto Salmo. C'è una nuova letteratura musicale che mi piace. Questa generazione ci salverà". Se la prende con l'Italia degli interpreti: "Finiscono il tour e hanno già un disco pronto, scritto da 72 autori diversi. Per loro è tutto più facile. Noi, invece, dobbiamo prenderci tra un tour e il disco il tempo necessario per elaborare le esperienze e tradurle in canzoni. È figo dire: 'Ho il macchinone, ho fatto i soldi'. Domani toccherà a te stare nell'ombra".

I concerti e l'evento in streaming

Al momento non è stato annunciato un tour. I piani della band legati all'attività live dipenderanno inevitabilmente dall'evolversi dell'emergenza epidemiologica da Covid-19: "Dobbiamo sopravvivere fino a quando non sarà possibile tornare a vivere i concerti per come li conosciamo. Se tra due anni la situazione sarà ancora questa io cambio mestiere", dice Sangiorgi. È serio o è una provocazione? "È una provocazione, ma questo stop non è sostenibile. Non può essere questo il futuro". Intanto stasera alle 21 i Negramaro terranno un evento in streaming ben strutturato e pensato, con la direzione creativa di Giò Forma, designer già al fianco di Jovanotti, Vasco Rossi e altri. "Entra in contatto", questo il titolo dell'evento, vedrà la band esibirsi virtualmente per presentare alcuni brani del nuovo disco all’interno di una vera e propria location costruita appositamente per il live in streaming, un Iper-Cubo reso vivo e pulsante dal 3d e che offre ai partecipanti un'esperienza tecnologica interattiva. L’evento è gratuito ed esclusivo per tutti coloro che hanno pre-salvato o pre-ordinato l’album “Contatto”.

Dall'archivio di Rockol - raccontano "Amore che torni"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.