Dave Grohl va a passeggio con il gatto al guinzaglio per paura dei coyote

Il frontman dei Foo Fighters in una intervista consiglia la gente su cosa fare nei periodi di lockdown.
Dave Grohl va a passeggio con il gatto al guinzaglio per paura dei coyote

C'è un nuovo membro nella famiglia Grohl che è formata dalle figlie Violet, Harper, Ophelia e dalla moglie Jordyn Blum. Lo ha svelato lo stesso frontman dei Foo Fighters ospite del Radio X Evening Show condotto da George Godfrey. Non un altro bebè, un gatto. L'animale si è rivelato il principale impegno del rocker durante la pandemia da Coronavirus.

Nella conversazione con Godfrey a un certo punto Grohl da detto: "Oggi è una buona giornata. Mi sono svegliato presto, prima del sorgere del sole, mi sono bevuto un caffè, ho portato a spasso il gatto..." Godfrey, stupito, gli ha allora chiesto: "Hai portato a spasso il tuo gatto?"

Molto tranquillamente l'ex batterista dei Nirvana ha spiegato che deve tenere l'animale al guinzaglio perché a Los Angeles ci sono coyote ovunque. "Ho portato a spasso il gatto! Abbiamo un nuovo gatto, ma dove abito io non puoi fare andare in giro liberamente i gatti perché io vivo un po' in collina e ci sono coyote dappertutto. Quindi porto il gatto al guinzaglio. E io non ho mai portato a spasso un gatto. Ai gatti non piacciono i guinzagli. È un Bengala, quindi è fondamentalmente un gatto selvatico, lui odia il guinzaglio e io odio portarlo a spasso! Così non so bene cosa fare!".

Grohl ha inoltre ammesso di essere "andato fuori di testa" quando il paese è entrato in lockdown in marzo agli inizi della pandemia, perché è una "persona creativamente irrequieta", quindi ha iniziato ad occupare il tempo scrivendo storie. "Beh, sai, quando a marzo hanno chiuso tutto ero nervoso perché sono una persona creativamente irrequieta e sono abituato a lavorare con la band. Come ogni giorno negli ultimi venti anni, non passa giorno in cui io non stia facendo qualcosa che sia legato alla band... Quindi quando tutto si è fermato mi sono davvero spaventato. Non ero sicuro di cosa avrei fatto, quindi ho iniziato a scrivere... Non musica, ho iniziato a scrivere racconti, storie vere, piccoli racconti di questi anni".

Dave Grohl non ha comunque dimenticato la musica, infatti i Foo Fighters hanno messo in cantiere il loro decimo album in studio, "Medicine at Midnight", che sarà pubblicato il prossimo 5 febbraio. Del nuovo disco è già stato condiviso il primo singolo, "Shame Shame".

Sempre riguardo lockdown e Coronavirus, Grohl ha offerto il suo personale consiglio su come gestire psicologicamente il periodo di chiusura: "Non esistono cose normali in questo momento, quindi ci si deve creare una nuova normalità e penso che sia un bene per i muscoli creativi di tutti. Pensare a cose da fare per sentirsi felici, pieni di gioia, vivi o qualunque cosa sia. È uno dei motivi per cui abbiamo voluto pubblicare questo album. Non possiamo andare in tour. Non possiamo suonare a quei grandi festival o negli stadi, ma in questo modo portiamo gioia dando la nostra musica alle persone e facendole saltare il sabato sera in cucina con una bottiglia di vino. Se è ciò che deve essere, allora che questo sia ed è quello che dovremmo fare. Quindi io direi di ballare nella vostra cucina con una bottiglia di vino. Credo sia ciò che si dovrebbe fare ora."

Se nel 2021 avremo una tregua da questo maledetto virus, si potrà tornare a godere della musica dal vivo. La band statunitense dovrebbe poter tornare in tour e uno dei loro concerti è previsto anche in Italia, a Milano il 12 giugno come headliner di una delle giornate dell'edizione 2021 dell'iDays festival.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.