Coronavirus, la 63esima edizione dello Zecchino d’Oro slitta al 2021

Per la prima volta nella storia della popolare manifestazione riservata ai bambini, quest’anno il festival non andrà in onda a causa dell’emergenza da Covid-19.
Coronavirus, la 63esima edizione dello Zecchino d’Oro slitta al 2021

Quest’anno, per la prima volta nella storia dello Zecchino d’Oro, la popolare manifestazione riservata ai bambini non si terrà a causa dell’emergenza Coronavirus. La 63esima edizione del festival, che sarebbe dovuta andare in onda su Rai 1 la prima settimana di dicembre con le dirette pomeridiane e si sarebbe dovuta concludere sabato 5 dicembre con la finale in prima serata, slitta al 2021. Come riporta Sky TG24, lo Zecchino d’Oro potrebbe tornare in onda con la sua prossima edizione a maggio dell’anno venturo, pandemia permettendo.

La 63esima edizione della manifestazione canora ideata nel 1959 da Cino Tortorella avrebbe visto alla conduzione Mara Venier, affiancata dal direttore artistico dello Zecchino d’Oro Carlo Conti nella serata conclusiva del Festival. Il conduttore è stato recentemente dimesso dall’ospedale di Firenze dove era stato ricoverato dopo esser risultato positivo al test per il Coronavirus.

Lo scorso anno lo Zecchino d’Oro è stato vinto da Rita Longordo con la canzone “Acca” (testo di Careddu e Menna, musica di Visintainer). La bambina di Sanremo, proclamata vincitrice durante la serata finale della 62esima edizione del concorso canoro - condotta da Antonella Clerici e Carlo Conti - che si è tenuta il 7 dicembre 2019 alla Unipol Arena di Casalecchio di Reno, è stata accompagnata nella sua esibizione dal coro dell'Antoniano diretto da Sabrina Simoni e dall'orchestra diretta dal maestro Beppe Vessicchio.

Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Gaetano Blandini (SIAE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.