Sinéad O'Connor in rehab: ‘Ho avuto sei anni molto traumatici e quest'anno è stato la fine’

“Ora inizia il recupero”, ha scritto sui social la cantautrice irlandese.
Sinéad O'Connor in rehab: ‘Ho avuto sei anni molto traumatici e quest'anno è stato la fine’

Attraverso una serie pubblicati sul proprio profilo Twitter, Sinéad O’Connor ha fatto sapere di essere intenzionata a intraprendere un percorso di riabilitazione della durata di un anno perché - ha scritto la cantautrice irlandese sui social - “ho avuto sei anni molto traumatici e quest'anno è stata la fine”. La 53enne artista, che lo scorso mese di ottobre aveva rivolto un appello ai suoi fan su Twitter per poter ricevere del cibo a domicilio perché paralizzata in casa a causa di una forma acuta di agorafobia, ha parlato della sua condizione attuale dopo aver annunciato che gli spettacoli in programma il prossimo anno, che avrebbero vista protagonista la voce di "Nothing compares 2 U”, sono rimandati al 2022. Sinéad O’Connor ha dichiarato:

“Un messaggio per coloro che hanno acquistato i biglietti per gli show in programma il prossimo anno: quegli spettacoli sono posticipati al 2022 in modo che io possa intraprendere un programma di trattamento per traumi e dipendenze della durata di un anno perché ho avuto sei anni molto traumatici e quest'anno è stato la fine, ma ora inizia il recupero”.

La cantante ha poi raccontato: “Quest'anno ho perso una persona cara e questo fatto mi ha colpito così tanto che in breve tempo sono diventata dipendente da una droga diversa dall’erba”. Oltre a far sapere di essere stata “dipendente da erba per 34 anni. Una vita”, Sinéad O’Connor ha aggiunto: “Sono cresciuta con molti traumi e abusi. Poi sono entrata direttamente nel mondo della musica. Non mi sono mai presa il tempo necessario per guarire. Non ero neanche pronta per farlo”.

A proposito degli avvenimenti “traumatici” accaduti lo scorso anno l’artista, attraverso i post pubblicati sul suo account Twitter su cui compare anche con il nome islamico Shuhada Sadaqat (si è convertita all’Islam nell'ottobre 2018), ha detto: “Lo scorso anno è stato traumatico anche a causa di uno dei miei figli che non è stato bene, il bambino sta crescendo ora ma la mamma ha bisogno di cure amorevoli”. Ha successivamente dichiarato: “Se mi prendo questo tempo per guarire, sarò in forma per una vita di tour. Se non lo faccio, non farò tournée”.

Negli ultimi anni l’artista irlandese si è aperta in diverse occasioni riguardo ai suoi problemi di salute mentale. A margine di un’intervista concessa Phil McGraw, in occasione di una puntata di "Dr. Phil" nel 2017, aveva narrato di essere stata vittima di abusi da bambina e dei suoi tentativi di suicidio. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.