NUOVOIMAIE, i chiarimenti del presidente Micciché su IMAIE in liquidazione

'Gli artisti non temano: sono loro gli aventi diritto, non le collecting'
NUOVOIMAIE, i chiarimenti del presidente Micciché su IMAIE in liquidazione

Il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Micciché è intervenuto oggi, mercoledì 11 novembre, con una diretta Facebook, per fare chiarezza sulla vicenda e sulle implicazioni riguardanti IMAIE in liquidazione, l'ente dedicato ad artisti, interpreti ed esecutori estinto nel 2009.

Le "puntate precendenti"

"IMAIE, fino al 14 luglio 2009, intermediava i compensi per artisti, interpreti ed esecutori: successivamente è stato estinto dal prefetto di Roma, che riteneva non avesse la capacità gestionale di operare", ha spiegato Micciché: "Dopo diverse opposizioni al Tar il vecchio IMAIE è stato estinto e posto in liquidazione, con la nomina di tre commissari liquidatori. Da allora il vecchio IMAIE ha incassato compensi e fornito i rendiconti del caso: è stata un'attività complessa, per tante discrasie dell'ente, ed è stato chiesto un atto temporale a nostro giudizio troppo lungo. Dal 2010 sono stati depositati stati passivi, e man mano che questi venivano depositati agli artisti venivano comunicate le somme da liquidare. I pagamenti, nel corso degli anni, sono stati effettuati. Alcune somme giacevano ancora presso IMAIE in liquidazione: il legislatore, pertanto, ha deciso - secondo noi correttamente, anche alla luce della situazione attuale - di intervenire per dare agli artisti liquidità. E' stato fissato un termine entro il quale tutti i creditori potessero far domanda per esigere i compensi non elargiti, ed è stato depositato il bilancio finale di liquidazione, con i crediti ancora da incassare dagli aventi diritto e il passivo".

Cosa succede ai soci di NUOVOIMAIE?

"Tutti gli artisti di NUOVOIMAIE, così come i mandanti e i soci, hanno praticamente 'messo in cassaforte' l'eventuale credito da incassare da IMAIE in liquidazione", ha assicurato Micciché: "Gli artisti che nel corso degli stati passivi hanno già riscosso il saldo direttamente da IMAIE in liquidazione non rientrano nel credito: i crediti già riscossi sono già stati riscossi, noi siamo intervenuti a favore di chi non aveva ancora riscosso".

L'opposizione al bilancio in liquidazione

"Le norme giuridiche prevedono che quando il bilancio in liquidazione è depositato presso la cancelleria del tribunale chiunque può fare richiesta di risarcimento entro un dato lasso temporale", ha puntualizzato Micciché: "Noi abbiamo fatto delle verifiche, e - per quello che abbiamo appurato - non sussistevano ragioni per fare opposizione al bilancio. Altri intermediari, tuttavia, l'hanno fatto. Non conosco le opposizioni nel merito, ma so per certo che nel bilancio finale di liquidazione oltre 10 milioni di euro sono attribuiti ad artisti oggi soci di NUOVOIMAIE. Il fatto che sia stata presentata questa opposizione potrebbe ritardare il pagamento dei compensi: la colpa, sia chiaro, non è di chi ha fatto opposizione, o dello Stato. Tuttavia esiste l'eventualità che questa opposizione possa ritardare il pagamento previsto. Consci di questa situazione, abbiamo scritto ai liquidatori chiendendo che venga liquidato quanto dovuto ai mandanti di NUOVOIMAIE, ma, ad oggi, non abbiamo ancora ricevuto risposta. Ma insisteremo".

Cosa succede a chi passa da una collecting all'altra?

"Gli aventi diritto non sono le collecting, ma gli artisti: le collecting sono solo uno strumento che permette agli artisti di percepire più celermente i compensi. Il credito rimane, a prescindere dalla collecting", ha dichiarato Micciché: "Quindi gli artisti stiano tranquilli, anche qualora abbiano cambiato collecting: i compensi sono assicurati. E non c'è motivo di temere anche in caso di presentazione di richieste singole, perché i liquidatori corrisponderanno comunque il compenso".

E i tempi di pagamento?

"Con le opposizioni pendenti non siamo in grado di fare una stima: spero che la nostra lettera smuova le acque", spiega il presidente di NUOVOIMAIE: "Noi, come mandatari di decine di migliaia di artisti, quando incasseremo il compenso lo corrisponderemo senza alcun aggio: opereremo questo servizio senza applicare alcuna commissione".

Come sapere a quanto ammonta il credito vantato singolarmente?

"Oggi sappiamo a quanto ammonta il totale delle somme - più di dieci milioni di euro - attribuite agli artisti NUOVOIMAIE, ma le singole quote non ci sono state comunicate", ha spiegato Micciché: "Abbiamo mandato una lettera chiedendo il pagamento immediato e i compensi attribuiti a ciascun artista per soddisfare le richieste di trasparenza. E' importante ricordare come non siano le collecting le beneficiarie dei pagamenti, ma lo siano gli artisti. Noi siamo solo strumenti".

Sul residuo attivo

"Il DL Rilancio prevede che debba essere corrisposto agli artisti tramite le collecting attraverso un decreto del Mibact", osserva il presidente di NUOVOIMAIE: "Di recente siamo stati convocati dal ministero per offrire proposte di contenuto relative al decreto, che sarà presentato nei prossimi giorni. NUOVOIMAIE ritiene che questi compensi debbano essere corrisposti agli artisti, indipendentemente dai mandatari, e che le collecting facciano mera intermediazione una volta individuati gli artisti beneficiari. Per noi due criteri sono fondamentali: il primo è l'età, con maggiori garanzie di diritti nel percepire le somme per prestazioni precedenti il 2009 ai soci più in là negli anni, perché - secondo la legge - le somme devono essere corrisposte proporzionalmente al danno provocato da Covid-19. Perché, come è noto, l'età è un fattore determinante in relazione al pericolo di contagio. Il secondo è il reddito del 2020: dato che la dichiarazione dei redditi per quest'anno sarà presentata nel giugno 2021, sarà necessaria un'autodichiarazione. Secondo noi il Mibact dovrà elaborare una graduatoria tenendo conto di questi due parametri. Il primo residuo attivo è di 10 milioni, ed è relativo a tutti gli stati passivi escluso quello riferibile al 2019. Dato che il termine per le richieste di pagamento scadranno nel 2022, il prossimo residuo attivo sarà nel 2022: alla somma dello stesso si dovranno sommare i proventi dalla vendita di tre o quattro immobili".

"I nostri soci stiano tranquilli"

"Abbiamo avuto e avremo sempre un atteggiamento di grande attenzione verso IMAIE in liquidazione. Ai nostri soci non deve sfuggire che abbiamo chiesto tempestivamente il pagamento per conto loro: le opposizioni potrebbero pregiudicare le tempistiche, ma faremo di tutto perché il pagamento avvenga quanto prima. Non dipende da noi, ma i nostri soci stiano tranquilli".

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NuovoImaie.

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.