Queen, "Innuendo": la storia dell'album (parte 2)

Trent'anni fa, il 4 febbraio del 1991, usciva "Innuendo", l'ultimo album pubblicato dai Queen con Freddie Mercury ancora vivente. Nei giorni scorsi lo abbiamo raccontato canzone per canzone, oggi parliamo dell'intero album.
Queen, "Innuendo": la storia dell'album (parte 2)

La copertina ha contribuito al successo dell’album Il curioso Taylor stava sfogliando distrattamente qualche volume in libreria quando un disegno attirò la sua attenzione: si trattava di un libro dell’illustratore e caricaturista francese ottocentesco Jean-Ignace-Isidore Gérard, noto con lo pseudonimo di Grandville.

A colpirlo fu l’immagine intitolata "Il giocoliere degli universi", che ritraeva un funambolo da circo intento a roteare i pianeti al posto delle classiche palline, sopra un “tappeto” di globi terrestri. La maglietta che indossava raffigurava la Triplice Dea, che simboleggia i tre aspetti della luna: giovane, madre e vecchia. L’illustrazione era inserita nel libro "Un autre monde", “Un altro mondo”, del 1844, ed è paradossale che a scoprirla sia stato Taylor, se si pensa che May avrebbe successivamente intitolato un suo album solista "Another World". .

La litografia originale era in bianco e nero e i Queen chiesero a Richard Gray, che già aveva realizzato la grafica di "The Miracle", di trasformarla in un’illustrazione a colori. Con il contributo di Angela Lumley, Gray li accontentò. 
"Innuendo" venne pubblicato in pompa magna il 4 febbraio 1991, in particolare nel Nordamerica, dove per il lancio fu organizzato un party per VIP e stampa sulla Queen Mary ormeggiata a Long Beach. 
Come già accaduto per "The Miracle", Roger e Brian dovettero intraprendere un nuovo giro del mondo, un pellegrinaggio tra radio e TV per interviste e promozione, per sopperire all’ovvia impossibilità di sostenere "Innuendo" con esibizioni live. Oltre che minimizzare la scelta – obbligata – di non tenere concerti dribblando le domande sulle condizioni di salute di Mercury, i due ambasciatori della musica dei Queen difesero appassionatamente il nuovo lavoro. 


In un sondaggio del 2006 gli ascoltatori della BBC l’hanno messo al novantaquattresimo posto tra i migliori album di tutti i tempi. Anche le vendite premiarono il disco: primo posto nelle classifiche di Regno Unito, Italia (da noi fu al nono posto tra i più venduti del 1991), Germania, Svizzera e Olanda; secondo in Austria; terzo in Spagna; sesto in Australia e Nuova Zelanda;
ottavo in Norvegia; nono in Francia e Svezia.

Andò relativamente peggio solo in Giappone, che un tempo era una roccaforte della band, dove si fermò al diciassettesimo posto, e negli USA, dove la trentesima posizione nella classifica di Billboard era però un successo, visti i piazzamenti dei dischi precedenti.
“Non voglio che la gente compri i nostri dischi per fottuta compassione”: Freddie era stato accontentato. Nessuno tra i fan poteva immaginare che "Innuendo" sarebbe stato l’ultimo album pubblicato dai Queen con Mercury ancora in vita.

Roberto De Ponti
.

I testi sono tratti dal libro di Roberto De Ponti “Queen – Opera omnia”, pubblicato da Giunti, per gentile concessione dell’autore e dell’editore; al libro rimandiamo per la versione integrale dei testi di presentazione delle canzoni di “Innuendo” e di tutti gli altri album dei Queen.

Roberto De Ponti, la recensione di "QUEEN – OPERA OMNIA" Ascolto, colleziono e respiro Queen da circa 30 anni e in questo lungo arco di tempo ho imparato a conoscerli, amarli e ad emozionarmi con loro. Il libro di Roberto De Ponti, tra le numerose... Leggi la recensione


https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/jSL0VJN7tiHKwHBi4_Ik0LWlUHU=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/queen-opera-omnia-copertina.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.