Live Nation: 2020 disastroso ma ci sono 'segnali di ripresa'

Il gigante dell'industria musicale dal vivo è stato fortemente penalizzato dalla pandemia, ma l'orientamento del pubblico in vista della ripresa dei concerti lascia ben sperare
Live Nation: 2020 disastroso ma ci sono 'segnali di ripresa'

Alla luce del blocco degli spettacoli dal vivo imposto dalla pressoché totalità dei paesi occidentali a causa della pandemia da Covid-19, non potevano che essere drammaticamente al ribasso i bilanci di Live Nation, il colosso mondiale dell'organizzazione di concerti: la multinazionale guidata da Michael Rapino, alla fine del terzo trimestre 2020, ha registrato ricavi in diminuzione del 95% su base annua (passati dai 3,77 miliardi di dollari del 2019 ai 184 milioni di quest'anno), con una perdita operativa di oltre 504 milioni nel terzo trimestre - che porta il dato annuale a meno 1,27 miliardi - a fronte di un utile pari a 260 milioni dello stesso periodo dello scorso anno.

Non ci sono solo ombre, tuttavia, in quello che a ragione può essere considerato l'annus horribilis nella storia del live promoting: stando ai dati in possesso di Live Nation, l'83% degli acquirenti di biglietti ha preferito conservare il proprio titolo d'ingresso nel caso di show posticipati, invece di chiederne il rimborso. "Mentre osserviamo segnali incoraggianti in tutto il mondo con il ritorno di alcuni eventi dal vivo, la maggior parte delle regioni in cui operiamo continuano ad avere varie restrizioni sugli eventi dal vivo", ha spiegato la società in una nota: "Una nostra recente indagine condotta a livello globale suggerisce che il 95% dei fan abbia intenzione di tornare ad assistere ai concerti quando le restrizioni verranno rimosse, dato - questo - che rappresenta il punto di fiducia del pubblico più alto dall'inizio della pandemia".

Music Biz Cafe Summer: le collecting e l'emergenza Covid
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.