La storia di Mango al Festival di Sanremo

Un viaggio all'interno delle partecipazioni alla manifestazione canora del musicista lucano scomparso nel 2014.
La storia di Mango al Festival di Sanremo

Giuseppe Mango in arte Mango oggi avrebbe compiuto gli anni. Era nato a Lagonegro, in provincia di Potenza, nel 1954. E' morto l'8 dicembre del 2014. Si era sentito male la sera precedente, sul palco, in concerto nel palasport di Policoro, in provincia di Matera. Nella sua Basilicata. Quando il malore l'ha colpito stava cantando “Oro”, forse la sua canzone più famosa. Quando si dice il destino. E’ morto da artista, e artista lo era davvero. Un musicista originale che nei suoi quasi quaranta anni di carriera – il suo primo album "La mia ragazza è un gran caldo" è stato pubblicato nel 1976 - ha avuto la fortuna di vedere riconosciuto il proprio talento.

"Oro" fu il suo primo grande successo. Il brano, i cui autori sono Mango per la musica e Mogol per le parole, venne pubblicato come 45 giri nel 1984 ed aveva come lato B "Lungo bacio, lungo abbraccio". Sulla scia della notorietà acquisita con "Oro", il cantautore lucano nel 1985 partecipò al festival di Sanremo, nella sezione Nuove Proposte, con "Il viaggio". La canzone non superò la fase eliminatoria del concorso canoro, ma si aggiudicò il Premio della Critica. Il brano è incluso nel suo quarto album "Australia".

L'anno seguente Mango torna in gara a Sanremo nella sezione Campioni con "Lei verrà". La canzone occuperà la quattordicesima posizione nella classifica finale, ma avrà un ottimo riscontro nel gradimento del pubblico che porterà il brano fino al quarto posto della classifica di vendita dei singoli. "Lei verrà" farà parte del suo quinto album "Odissea". Nel disco sono incluse anche "Oro" e "Lungo bacio, lungo abbraccio", in precedenza pubblicate solamente come singoli.

Mango ripete l'esperienza sanremese per il terzo anno consecutivo nel 1987. Sul palco del Teatro Ariston presenta "Dal cuore in poi" e si classificherà in diciottesima posizione. Il brano farà parte dell'album "Adesso" che ha in scaletta anche "Bella d'estate", uno dei maggiori successi della sua discografia. La canzone è stata scritta insieme a Lucio Dalla.

In Riviera il musicista di Lagonegro tornerà per la quarta volta nel 1990 con la canzone "Tu...sì". Quell'anno la classifica finale venne stilata unicamente per le prime tre posizioni, tutti gli altri partecipanti furono classificati alla pari. Ogni cantante in gara era abbinato a un interprete internazionale, il brano di Mango venne interpretato dal cantautore inglese Leo Sayer. Per l'occasione la canzone cambiò il suo titolo in "The moth and the flame". "Tu...sì" fu inclusa nell'album "Sirtaki".

Nel 1995 Mango ritorna al festival di Sanremo e presenta sul palco la canzone "Dove vai", conquista l'undicesimo posto nella classifica finale, ma riceve il premio per il 'miglior arrangiamento'. "Dove vai" sarà l'unico inedito, insieme a "Sospiro", dell'album live "Dove vai..."

Ha maggiore fortuna la partecipazione di Mango al festival di Sanremo del 1998 con la canzone "Luce", interpretata insieme a Zenima, che raccoglie un buon sesto posto nella classifica finale e il premio FIMI per la 'migliore canzone'.

Quasi dieci anni dopo, nel 2007, Mango partecipa per la settima e ultima volta al festival di Sanremo. La sua "Chissà se nevica" chiuderà la manifestazione al quinto posto. Nella serata dedicata ai duetti interpreta il brano insieme alla moglie Laura Valente. Il brano è incluso nell'album "L'albero delle fate".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.