L'affettuoso ricordo di Gigi Proietti di Daniele Silvestri

Il cantautore romano scrisse una canzone che avrebbe voluto proporre a Gigi Proietti, ma non trovò mai il coraggio di farsi avanti.
L'affettuoso ricordo di Gigi Proietti di Daniele Silvestri

Nella notte è venuto a mancare all'età di ottanta anni l'uomo di spettacolo – definirlo attore è oltre modo riduttivo – romano Gigi Proietti. I ricordi e le manifestazioni di affetto nei suoi confronti si susseguono in rete senza sosta, il cordoglio per la sua scomparsa è unanime così come il ricordo per il grande personaggio che è stato.

Il cantautore romano Daniele Silvestri non ha mancato di riportare il suo affettuoso e commosso ricordo affidandolo alla pagina del suo account Instagram e svelando che aveva scritto una canzone che avrebbe voluto fargli cantare:

"Se c’è qualcuno che non avrei voluto ci lasciasse mai è proprio Gigi. Potrei scriverne per ore. Raccontare quello che è stato per me vederlo e conoscerlo, o quanto abbia influito sul mio modo di pensare il teatro e il palcoscenico assistere da bambino a quel capolavoro che era ''A me gli occhi please''. Spiegare perché quell’uomo meriti per sempre di far parte di un Olimpo di poeti e istrioni romani de Roma, tra Trilussa e Petrolini per capirci... Ma direi credo tutte cose scontate in una giornata come questa. Mi limito a ricordare quando in una delle ultime occasioni in cui passai del tempo con lui gli ho finalmente confessato di avere scritto una canzonettaccia romanesca pensando proprio a lui, con la segreta idea di proporgliela, senza poi averne mai il coraggio, per sentirmi rispondere - forse anche per cortesia e educazione - che avevo fatto male e l’avrebbe cantata volentieri. La canzone si chiama ''Testardo'' e io da sempre - quando la faccio sul palco - fingo un po’ di essere un suo allievo. Scarso magari. Ma nel suo solco. Oggi però è come se se ne andasse uno zio. Quello più simpatico. Quello con cui vorresti stare sempre a tavola per sentirlo raccontare qualcosa. Ci sono persone che nascono col dono e la necessità di farci sempre ridere. Che sia su un palcoscenico con migliaia di persone davanti o a cena tra amici. E noi dovremmo essergliene per sempre grati. Grazie Gigi. E se dovunque sarai dovessi incontrare mio padre... dopo due chiacchiere sulla Roma o sulla politica... raccontatevi qualche barzelletta alla facciaccia nostra. Con amore, uno dei tuoi tanti nipoti."

Dall'archivio di Rockol - racconta "Argentovivo", la sua canzone in gara a Sanremo 2019 con Rancore
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.