Dal metal al porno: la bizzarra parabola di Evan Seinfeld (ex Biohazard)

"Ho guadagnato più soldi nel settore dei film per adulti in un mese che in anni di tour con i Biohazard".
Dal metal al porno: la bizzarra parabola di Evan Seinfeld (ex Biohazard)

La sua uscita dal gruppo fu ufficializzata nell'estate del 2011, quando il management dei Biohazard diramò un comunicato stampa con le dichiarazioni del suo ormai ex compagno di band Bobby Hambel (insieme al quale nel 1988 aveva fondato la formazione - oltre ai due del nucleo originale facevano parte anche Billy Graziadei, Danny Schuler e Anthony Meo): "Abbiamo una lunga storia insieme, ma è tempo di cambiare. Vogliamo comunque bene a Evan, in ogni caso". Evan Seinfeld aveva lasciato i Biohazard già cinque anni prima, nel 2006 (salvo poi tornare ad esibirsi con la band nel 2008), dopo aver sposato nel 2004 l'attrice porno Tera Patrick. Ed essersi immerso nel mondo dei film a luci rosse (ma già in alcuni episodi della serie "Oz", nella quale aveva cominciato a recitare all'inizio degli anni Duemila, si era fatto filmare nudo). Con un nome d'arte: Spyder Jonez. Così è citato nei crediti di film - girati proprio insieme alla moglie - come "Reign of Tera" (la scena conclusiva lo vede protagonista di un'orgia insieme a dieci pornostar asiatiche), "Teradise island" (per il quale vestì anche i panni di regista), "Tera, Tera, Tera" e "Desperate".

La passione per il porno, che lo portò pure a fondare una casa di produzione di film a luci rosse, la Ion Cross Entertainment e Teravision, gestita insieme alla Patrick, è durata più del matrimonio tra i due, finito nel 2009 (due anni più tardi l'ex cantante avrebbe sposato un'altra attrice pornografica Lupe Fuentes): "Ho guadagnato più soldi nel settore dei film per adulti in un mese che in anni di tour con i Biohazard", racconta oggi Seinfeld in un'intervista concessa al New Musical Express. Con i Biohazard non è più tornato a cantare. Ormai la band appartiene al passato di Seinfeld, mentre il presente è rappresentato dal porno (eppure la musica non l'ha abbandonata del tutto: l'anno scors ha pubblicato "Authentic", singolo di debutto di un progetto hip hop, gli SVG$).

L'ex voce del gruppo newyorkese, tra i punti di riferimento della scena metal americana, ha appena lanciato una piattaforma chiamata IsMyGirl in cui modelle e pornostar possono caricare e vendere i propri contenuti. E gli affari procedono a gonfie vele, fa sapere Seinfeld. Anche grazie alla pandemia:

"C'è stato un boom nella produzione di contenuti amatoriali per adulti: è diventato il più grande business del mondo. Se hai 18 anni e hai uno smartphone, puoi unirti alla nostra piattaforma".

I Biohazard negli Anni '90 vendettero cinque milioni di copie ed ebbero modo di condividere i palchi con - tra gli altri - Metallica, David Bowie, Red Hot Chili Peppers e Wu-Tang Clan. Cos'altro chiedere alla vita?

"Quando mi buttai nel porno le reazioni furono varie. Alcuni dissero: 'Ma ti droghi?'. Sono rimasto nei Biohazard per altri dieci anni, spinto dal mio amore per la musica e dal bene che volevo agli altri ragazzi, perché sapevo che se mi fossi fermato per loro sarebbe stato difficile andare avanti. Mi dicevano: 'Fratello, non voglio vedere il tuo ca**o Voglio solo sentirti cantare'. Tanti artisti heavy metal e rap che conoscevo cominciarono a guardarmi male. Dicevo: 'Ma fate sul serio? Siete in band che cantano di Satana e dell'Olocausto e vi disturba sapere che scopo davanti alle telecamere?'". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.