Addio a Gigi Proietti: le sue canzoni

E' morto a ottant'anni, nella sua Roma, dove era nato precisamente il 2 novembre del 1940
Addio a Gigi Proietti: le sue canzoni

E' morto nella notte fra l'1 e il 2 novembre, in un ospedale romano, l'attore, comico, cabarettista, conduttore televisivo, regista, doppiatore Gigi Proietti. Avrebbe compiuto 80 anni proprio oggi, 2 novembre; era nato a Roma nel 1940.


Nel corso di una carriera straordinariamente ricca, da autentico mattatore delle scene, ha raccolto successi in tutti i campi dello spettacolo. Nel cinema ("Brancaleone alle Crociate", 1970; "Febbre da cavallo", 1976; "Un matrimonio", 1978, fino al recentissimo "Pinocchio" di Matteo Garrone); in teatro ("Alleluja brava gente", 1970; "A me gli occhi, please", l'one-man show portato in scena nel 1976 e poi di nuovo nel 1993, 1996 e 2000; "Stanno suonando la nostra canzone", 1981; "Cavalli di battaglia", 2015); in televisione ("Il circolo Pickwick", 1968; "A me gli occhi please", 1978; "Fantastico 4", 1983; "Villa Arzilla", 1990; "Il Maresciallo Rocca", dal 1996 al 2005; "L'avvocato Porta", 1997 e 2000;  "Tale e quale show", 2015), come doppiatore (ha dato la voce italiana a Robert De Niro, Sylvester Stallone, Dustin Hoffman, Paul Newman, Marlon Brando, Michel Piccoli).


Inevitabilmente usò la voce anche per cantare, sia nelle commedie musicali, sia in televisione, sia persino al Festival di Sanremo, al quale partecipò in gara nel 1995 come componente del Trio Melody insieme a Peppino Di Capri e Stefano Palatresi interpretando "Ma che ne sai (se non hai fatto il piano bar)".


Qui di seguito vi proponiamo alcune delle canzoni cantate e pubblicate su disco da Gigi Proietti.


"Amaro fiore mio" (1971)

 

"Meo Patacca" (1972)

 

"Nun je da' retta Roma" (1973)

 

"Che brutta fine ha fatto il nostro amore" (1974)

 

"Me so' magnato er fegato" (1975)

 

"Ma che ne sai (Se non hai fatto il piano bar)" (1995)

I tributi sui social

Da Vasco Rossi a Cesare Cremonini. passando per Enrico Ruggeri, Federico Zampaglione dei Tiromancino e Marco Mengoni: così i protagonisti della musica italiana ricordano l'attore sui social.

 

 

Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.