Francesco Guccini: le canzoni che ha scritto per altri (prima parte)

Quando il cantautore è autore conto terzi. Come sarebbero state, cantate da lui?
Francesco Guccini: le canzoni che ha scritto per altri (prima parte)

In una conversazione pubblica online con Mauro Pagani, che si è tenuta qualche giorno fa, Francesco Guccini ha confessato che gli sarebbe piaciuto incidere un disco di cover, ma che il suo manager (Renzo Fantini) non era d'accordo.
Nell'attesa di riuscire a strappare a Guccini i titoli delle canzoni altrui che avrebbe voluto reinterpretare - ci sto provando, ma non sono ottimista sull'esito del tentativo - ho pensato di andare, al contrario, a ripescare le canzoni che Guccini ha firmato (o cofirmato) per altri interpreti e che però non ha mai pubblicato ufficialmente interpretate da lui.
Mi sono fatto assistere nella ricerca da Federico Pistone, che recentemente ha pubblicato il libro "Tutto Guccini", che ho recensito qui.
E qui di seguito vi propongo la prima parte dell'elenco, che copre gli anni 1967 e 1968, corredata (quando possibile) dall'ascolto delle canzoni. Qui la seconda parte (dal 1969 a oggi)
(fz)


1967 È dall’amore che nasce l’uomo (parole e musica di Francesco Guccini) interpretata dall’Equipe 84 sul lato B del 45 giri "29 settembre"

 

1967 Le biciclette bianche (testo di Francesco Guccini, musica di Caterina Caselli) interpretata da Caterina Caselli sul lato B del 45 giri "Il cammino di ogni speranza"

 

1967 Incubo n. 4 (testo di Francesco Guccini, musica di Caterina Caselli) interpretata da Caterina Caselli sul lato B del 45 giri "Sono bugiarda"

 

1967 Un inutile discorso (testo di Francesco Guccini, testo originale e musica di Paul Simon; cover di "The dangling conversation" di Simon & Garfunkel) interpretata da Giuliana Valci in un 45 giri (lato B: "Quando gli occhi sono buoni")

 

1967 Una storia d’amore (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata da Gigliola Cinquetti (sul lato A del 45 giri che sul lato B aveva "Quando io sarò partita" di Mogol e Paolo Conte) e Caterina Caselli (nell'album "Diamoci del tu); la canzone, presentata al Festival di Sanremo del 1967, non fu ammessa)

 

1967 Per un attimo di tempo (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata dall’Equipe 84 nell'album "Stereoequipe"

 

1967 Credi a me (testo e musica di Francesco Guccini, musica di Georges Chelon) 
interpretata da Georges Chelon sul lato B del 45 giri "Ci vedremo domani"

(non reperibile su YouTube)

 

1967 Per quando noi non ci saremo (testo di Francesco Guccini, musica di Beppe Carletti e Germano Tagliazucchi) interpretata dai Nomadi nell'album omonimo; la voce recitante è del doppiatore Luigi Paoletti

 

1967 Il disgelo (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata dai Nomadi nell'album "Per quando noi non ci saremo"

 

1967 Che farò (testo di Francesco Guccini, cover di "Bad Times" dei The Roulettes) interpretata dai Memphis su 45 giri (lato B: "Sono una roccia")

 

1967 Hey Joe (adattamento di Francesco Guccini su canzone tradizionale poi attribuita a Billy Roberts, resa nota da Jimi Hendrix) interpretata da Martò a 45 giri (lato B: "Anima crudele")

 

1967 Quei coraggiosi delle carrozze senza cavalli (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata da Johnny e i Marines a 45 giri (lato B: "Era scoppiata la pace nel mondo")

 

1968 È giorno ancora (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata dai Nomadi nell'album "I Nomadi"

 

1968 Cima Vallona (testo e musica di Francesco Guccini) interpretata da Caterina Caselli e inclusa nell'antologia "Qualcuno mi può giudicare" 

 

1968 Mrs. Robinson (testo di Francesco Guccini, testo e musica originali di Paul Simon, cover dell'omonimo brano di Simon & Garfunkel) interpretata da I Royals a 45 giri (lato B "Le stelle del cielo") e da Bobby Solo (nell'album del 1969 "Bobby folk")

 

1968: Bagnata come un pulcino (testo e musica di Francesco Guccini); incisa da Caterina Caselli, come lato B del 45 giri "L'orologio", è la canzone che due anni dopo inciderà lo stesso Guccini con il testo in dialetto e il titolo cambiato in "Al trist", inserendola nell'album "Due anni dopo". Ma la musica è quella di "Georgia Blues", popolarizzata anche questa da Jimi Hendrix.

 

1968 Ascoltatemi (testo di Vito Pallavicini, musica di Francesco Guccini) interpretata da Sonia a 45 giri, sul lato B di "Cammino sulle nuvole"


 

Dall'archivio di Rockol - La storia di "Radici" di Francesco Guccini
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.