Martin Barre racconta come Ian Anderson sciolse i Jethro Tull

L'ex chitarrista della band inglese si apre su quanto accadde nel 2011.
Martin Barre racconta come Ian Anderson sciolse i Jethro Tull

L'ex chitarrista dei Jethro Tull Martin Barre ha parlato del momento in cui, nel 2011, il leader della prog band inglese Ian Anderson gli disse che aveva deciso di sciogliere i Jethro Tull. Fino ad oggi Barre era stato sempre piuttosto reticente al riguardo, ora si è lasciato andare in una intervista con Jeff Gaudiosi del sito web Misplaced Straws.

Martin Barre ha così ricordato cosa accadde: "Fu una decisione di Ian. Perché quell'anno, non ricordo il concerto, eravamo in America io, Doane (il batterista, ndr) e Ian eravamo seduti in una stanza a parlare, ce lo aveva chiesto Ian che poi ha lanciato quella bomba. Non voleva fare concerti dei Jethro Tull. Io e Doane eravamo semplicemente senza parole, davvero, perché Ian è sempre stato una persona molto attenta e organizzata, sa esattamente cosa vuole e cosa fare. Nel retro del mio cervello. Ho pensato che questo non fosse un qualcosa fatto sull'impulso del momento, ma che ci avesse pensato. È stato un finale molto brusco per me e Doane. In un certo senso, mi ha scosso perché penso che i Tull stessero diventando molto letargici [come] band e i set diventavano più o meno gli stessi in ogni tour e nessuno voleva che ci fossero dei cambiamenti. Provo sempre a fare dei cambiamenti all'interno del gruppo, ma non c'era alcun interesse a farlo. Fu una cosa opportuna, ma di certo non era opera mia o di Doane. Quindi, essenzialmente, è tutta una questione di gestione delle persone, e alcune persone sono brave in certe (cose) e altre no. È stato sconvolgente. Dico sempre alla gente che probabilmente è la peggiore decisione che Ian abbia mai preso in vita sua. E se lo pensa o no, non lo saprò mai. Ma guarderò tutte le altre band in tour con le loro formazioni originali, o abbastanza vicine ad esserlo, e la gente adora vederle e ascoltarle. E non vedranno o sentiranno mai i Jethro Tull con lo stesso rispetto.”

Barre ha rifiutato di essere intervistato per la recente ristampa del volume 'The Ballad Of Jethro Tull' ed è anche molto freddo sull'idea di una possibile riunione con Anderson, anche se la band fosse inserita nella Rock and Roll Hall Of Fame. Dice il 73enne chitarrista inglese: "La difficoltà è che non c'è un Jethro Tull e non so come funzionerebbe la meccanica. Non voglio essere un profeta. Non lo so. Sarebbe molto, molto difficile per me."

Il prossimo 6 novembre Martin Barre pubblicherà il doppio album “50 Years Of Jethro Tull”. Una raccolta personale di brani, sia dal vivo che in studio, dei Jethro Tull scelti dallo stesso Barre. Sulla sua nuova fatica ha dichiarato: "Allora... finalmente siamo arrivati ​​all'anno numero 50! È importante? Sì, certo e deve essere celebrato con la dovuta cura, ho pensato a questo doppio CD che mostra alcuni dei miei brani preferiti, più quattro tracce bonus. Personalmente... non vedo l'ora che arrivi il 51° anno e ancora oltre!! Quindi, con un grande cenno alla storia, porterò la mia chitarra sulla strada e continuerò la mia storia d'amore! Spero vi unirete a me! Grazie!".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
12 ott
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.