Keith Jarrett: 'Sono rimasto paralizzato, non potrò guarire'

Il 75enne pianista rompe un lungo silenzio e rivela il suo calvario.
Keith Jarrett: 'Sono rimasto paralizzato, non potrò guarire'

Nel 2018 fu costretto ad annullare alcune esibizioni per ragioni di salute allora non specificate. Da allora, Keith Jarrett si è rintanato in un lungo silenzio, dal quale è riemerso solamente in questi giorni, concedendo un'intervista al "New York Times" e svelando i dettagli della malattia: due ictus che a distanza di quattro mesi l'uno dall'altro l'hanno di fatto paralizzato. Costringendolo a dire addio alla musica suonata.

Il 75enne pianista statunitense, alle spalle oltre cinquant'anni di carriera e collaborazioni con artisti come Art Blakey, Charles Lloyd e Miles Davis, ha confessato al quotidiano statunitense: "Non so cosa mi porterà il futuro. Quello che posso dire ora è che non sono più un pianista".

L'esibizione del febbraio del 2017 alla Carnegie Hall di New York sarà con molta probabilità l'ultima della sua carriera: "Sono rimasto paralizzato. Il mio lato sinistro è ancora parzialmente paralizzato. Posso camminare con il bastone, ma c'è voluto oltre un anno".

Dopo mesi di riabilitazione in una clinica, a maggio Jarrett è tornato a casa e ha provato a riprendere confidenza con la tastiera: "Fingevo di essere Bach con una mano sola". Ha persino dimenticato motivi che era solito eseguire al piano: "Non potrò guarire. Il massimo che posso fare con la mano destra è reggere una tazza". Il 30 ottobre la ECM, la sua etichetta, spedirà nei negozi il disco del "Concerto di Budapest". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.