Paul McCartney: la prima intervista sul nuovo album "McCartney III"

Concessa in anteprima esclusiva a "Loud and Quiet": alcuni estratti
Paul McCartney: la prima intervista sul nuovo album "McCartney III"

Con una scelta abbastanza sorprendente, Paul McCartney ha concesso la prima intervista sul nuovo album, "McCartney III", di cui abbiamo già scritto qui e qui, a "Loud and Quiet", un quindicinale britannico molto apprezzato ma non certo una corazzata dell'informazione.
Rimandandovi qui per leggerel'intervista integrale, ve ne proponiamo di seguito alcuni estratti.

 

"All'inizio del lockdown ero in studio per completare un paio di brani destinati a un cortometraggio a cartoni animati. Dopo averli mandati al regista ho pensato che registrare sarebbe stato un buonmodo per trascorrere il periodo di lockdown, nel quale ero in famiglia, con mia figlia Mary e i miei nipoti. Sono stato molto fortunato"

"A un certo punto mi sono accorto che avevo accumulato un po' di canzoni e mi sono chiesto cosa avrei potuto farne - e mi sono risposto 'Ehi, aspetta un momento, questo è un disco di McCartney'. Mi si è accesa una lampadina".

"Non avevo mai preventivato di fare un 'McCartney III'. Quello che ha in comune questo disco con i due 'McCartney' precedenti è che è nato in un periodo in cui improvvisamente mi sono trovato ad avere tempo. Dopo lo sciogimento dei Beatles di colpo mi sono trovato ad avere tanto tempo e nessun piano per occuparlo, così come dopo lo scioglimento degli Wings. E quando ho del tempo, per me l'ovvia maniera di impegarlo è scrivere canzoi e registrarle. Dovevamo partire per un tour, a causa del Covid non si è potuto fare, e sono ricaduto nella mia risoluzione abituale: scrivere canzoni e registrarle".

"Se ho tempo, penso che potrei scrivere e registrare una canzone al giorno. E se fossi costretto a farlo, ci riuscirei. Suono ogni giorno, in un modo o nell'altro."

"Potrebbe essere il mio ultimo album? Tutti gli album che faccio potrebbero essere l'ultimo. La stessa cosa vale per i tour. Del resto, quando abbiamo registrato 'Abbey Road' ero morto, no? Tutto quello che è venuto dopo è un bonus..."

"Nel 1970 'McCartney' parlava di casa, famiglia e amore. Questo nuovo disco parla di libertà e di amore, con ottimismo. Cogli l'attimo, è il mio motto".

"Continuo a cercare qualcosa che sia per me una novità. E non è necessario che sia qualcosa di nuovo, può essere anche qualcosa di vecchio. In questo disco, per esempio, suono due chitarre che ho sempre usato poco - una è una Gibson - e mi sono capitate in mano, così mi sono chiesto: 'Come mai non l'ho suonata spesso?', e con quella ho scritto una canzone. Quand'ero un ragazzo tutto quello che desiderav era attaccare una chitarra all'amplificatore e alzae il volume, e quel desiderio è ancora dentro di me".

Dall'archivio di Rockol - La storia di “RAM” di Paul McCartney
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.