BMG entra nell'industria del live

La società di edizioni acquisisce la quota di maggioranza del promoter tedesco Undercover
BMG entra nell'industria del live

Il perdurare dell'emergenza sanitaria da Covid-19 sta mettendo a dura prova i player - grandi e piccoli - dell'intrattenimento musicale dal vivo, ma non sta facendo perdere d'interesse i concerti ai giganti dell'industria musicale, che considerano ancora il live entertainment un settore ad alto potenziale di ricavo. A dimostrarlo è l'ultima mossa dei BMG: la società di edizioni con sede a Berlino guidata da Hartwig Masuch ha ufficializzato l'acquisizione della quota di maggioranza del promoter tedesco Undercover.

Secondo quanto riferito da indiscrezioni di stampa, la procedura - avviata per un importo non reso pubblico - dovrebbe terminare entro la fine di questo mese: una volta terminata l'operazione, Undercover creerà una nuova realtà aziendale all'interno di BMG dedicata esclusivamente alla musica dal vivo. Alla guida del ramo d'azienda resterà il fondatore e ad di Undercover, Michael Schacke, che continuerà a lavorare con il suo team di trenta persone.

"Il passaggio al live è l'estensione logica del piano di BMG per integrare tutti i servizi di cui un artista potrebbe aver bisogno sotto lo stesso tetto, con il marchio dell'artista al centro di tutto", ha spiegato la responsabile del marketing Dominique Casimir: "Fondamentalmente, abbiamo trovato in Michael Schacke e nel suo team un partner che condivide i nostri valori"

"Le discussioni su una partnership con BMG sono iniziate molto prima della pandemia di coronavirus, ma ora siamo perfettamente preparati per quando il mercato tornerà", le ha fatto eco Schacke: "C'è una significativa opportunità per noi che lavoriamo insieme per offrire una vera alternativa agli artisti in Germania e oltre, basandoci sulla ricetta consolidata di Undercover di 'intrattenimento dal vivo e collaborazione tra artisti'".

Undercover, attiva dal 1991 e con sede a Braunschweig, in Bassa Sassonia, è uno dei promoter tedeschi più importanti: con oltre 200 eventi organizzati ogni anno, la società opera sia come booking agent che come intermediaria per artisti nazionali e internazionali in Germania, Austria e Svizzera.

Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.