Edizioni: acquisizioni per centinaia di milioni di dollari per Warner Music

Il gruppo guidato da Stephen Cooper si butta nella battaglia dei cataloghi con un programma estremamente ambizioso
Edizioni: acquisizioni per centinaia di milioni di dollari per Warner Music

L'aggressività dei nuovi protagonisti del mercato editoriale internazionale - solo la scorsa settimana Round Hill Music Royalty Fund ha annunciato di volersi quotare presso la London Stock Exchange grazie con un IPO da 375 milioni di dollari - non ha lasciato indifferenti gli storici player nel settore dell'amministrazione e sfruttamento dei diritti musicali: il Warner Music Group, la terza società di edizioni a livello globale per volume d'affari e catalogo gestito, ha annunciato di aver raccolto tramite la controllata WMG Acquisition Corp 250 milioni di dollari tramite un'offerta privata in titoli garantiti. Il capitale sarà utilizzato, secondo i vertici del gruppo, per finanziare nuove acquisizioni. Stando a un documento depositato ieri, lunedì 19 ottobre, presso la Securities and Exchange Commission, l'ente di vigilanza americano della borsa valori, l'importo raccolto con l'offerta privata sarà impiegato per operazioni del valore complessivo di 338 milioni di dollari.

"All'inizio di ottobre abbiamo completato un'acquisizione di alcuni asset, e recentemente abbiamo siglato un accordo preliminare per una seconda acquisizione riguardante alcune altre asset, sempre musicali, per un corrispettivo aggregato di circa $ 338 milioni", ha fatto sapere la società in una nota: "Per l'anno chiuso il 30 settembre scorso stimiamo di aver raggiunto ricavi incrementali per 6 milioni di dollari e un margine operativo lordo pari a 37 milioni di dollari. La chiusura dell'acquisizione è soggetta a negoziazione, esecuzione e consegna della documentazione definitiva, che attualmente ci aspettiamo sia soggetta alle condizioni usuali e che si prevede avvenga dopo la chiusura di questa offerta".

Quella appena annunciata non è la prima grande operazione di shopping messa in atto dal WMG nell'ultimo anno: la multinazionale, lo scorso agosto, aveva messo le mani sul produttore di contenuti multimediali IMGN Media pagando 85 milioni. Solo qualche mese prima, ad aprile, il gruppo si era assicurato la testata specializzata in urban e rap HipHopDX per una cifra non divulgata.
 

Dall'archivio di Rockol - I talk show di Rockol per la Milano Music Week: “Il ticketing”
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.