Skin (Skunk Anansie): 'Con Trump più razzismo'. Ma 50 Cent...

La cantante britannica: 'Non dico che sia un nazista, ma i diritti sono stati erosi'. Il rapper però osserva: 'A lui i neri non piacciono, ma quando si parla di tasse...'
Skin (Skunk Anansie): 'Con Trump più razzismo'. Ma 50 Cent...

In occasione della pubblicazione della sua autobiografia "It Takes Blood & Guts", la cantante degli Skunk Anansie Skin ha rilasciato una lunga intervista all'edizione britannica di Classic Rock: tra gli altri argomenti affrontati nel corso dell'incontro la voce della band di "Secretly" ha toccato anche il tema - inevitabile - delle prossime elezioni presidenziali americane, che vedono il presidente uscente Donald Trump sfidare alla urne il candidato democratico Joe Biden. Skin - nera, appartenente alla comunità LGBTQ e sempre piuttosto esplicita riguardo le sue posizioni - è stata molto chiara nel commentare la situazione su entrambe le sponde dell'oceano Atlantico.

"Da quando Trump è salito al potere e il Regno Unito ha voltato per la Brexit il razzismo è cresciuto", ha osservato l'artista: "Ecco perché il movimento Black Lives Matter è molto importante. Con l'aria che tirava prima, quando i neri parlavano di razzismo venivano subito messi da parte. Nessuno voleva parlarne. Invece adesso è stato sbattuto in faccia all'opinione pubblica. E' fondamentale che la gente ne parli, perché razzismo e antisemitismo ultimamente sono peggiorati di anno in anno".

"Ci sono somiglianze con quanto accaduto negli anni Trenta", ha proseguito Skin: "Prima che Hitler salisse al potere ci fu una lenta erosione dei diritti delle persone per un lungo lasso di tempo. Se non eri direttamente perseguitato, era molto facile farsi da parte per non restare coinvolto. Ora, non sto dicendo che Trump sia un nazista, ma sto dicendo che è in atto una strisciante erosione dei diritti civili. Ecco perché sostengo con entusiasmo Black Lives Matter: io sono nera, e la mia vita conta. Credo anche che il movimento abbia reso parecchi bianchi molto più consapevoli di quanto sottile sia il razzismo, e ti tante cose che sono successe ma che non hanno visto".

Sul fatto che Trump non si preoccupi dei problemi della comunità nera americana è d'accordo anche 50 Cent. Il rapper, tuttavia, ha dichiarato - in un post pubblicato sul suo account Instagram ufficiale - che voterà comunque per il presidente uscente. Per una ragione ben precisa: i soldi.

Postando lo screenshot della CNBC di una proiezione di quello che sarebbe il regime fiscale per le fasce più abbienti della popolazione secondo il programma del candidato democratico Joe Biden, Curtis Jackson ha commentato:

"Ma che cazzo! Votate per Trump! Vaffanculo New York, i Knicks [la squadra di basket con sede a Manhattan che milita nell'NBA] non vincerebbero comunque. Non mi interessa se a Trump non piacciono i neri, ma il 62% di tasse non sta né in cielo né in terra, cazzo".

Tuttavia 50 Cent potrebbe rivalutare le proprie posizioni se solo riguardasse con più attenzione il pannello trasmesso dal network americano: la proposta fiscale di Biden prevede che l'aliquota di tassazione massima alle fasce di reddito più alte venga applicata solo alla porzione di guadagni superiori ai 400mila dollari, soglia sotto la quale - osservano diverse testate americane - verrebbe applicata un'aliquota sensibilmente inferiore.
 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
15 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.