Milano Music Week, ecco come si svolgerà l'edizione 2020

La settimana della musica avrà luogo in maniera ibrida. dal 16 al 22 novembre 2020: appuntamento in streaming e presenza (a capienza limitata) e focus sulla musica come lavoro. Rockol è media partner e organizzerà panel e webinar in streaming.
Milano Music Week, ecco come si svolgerà l'edizione 2020

La conferma dell'edizione 2020 della Milano Music Week era arrivata lo scorso luglio tramite le parole dell'Assessore Del Corno a Rockol. Ora, ad un mese dall'inizio, ci sono i primi dettagli: la settimana della musica a Milano si svolgerà  dal 16 al 22 novembre con una formula ibrida con eventi in streaming che si affiancheranno a quelli in presenza, a capienza limitata e nella massima considerazione delle disposizioni sanitarie e di contenimento della pandemia.

La Milano Music Week promossa da Comune di Milano - Assessorato alla Cultura, FIMI, NUOVOIMAIE, Assomusica  con il supporto di SIAE e la curatela artistica di Luca De Gennaro – offrirà workshop, webinar e conferenze focalizzate a raccontare il  lavoro della musica, sia agli operatori della filiera, sia gli amanti della musica in generale. Focus quindi su live streaming, intelligenza artificiale, gaming, tecnologie dei diritti, copyright, pirateria, gender gap, management e talent scouting.

Lo slogan, come già annunciato, sarà “Music works here”: gli eventi si potranno seguire sul sito della manifestazione e sul nuovo canale YouTube, dove è stato postato il video-manifesto che racconta il punto di vista di chi lavora dietro il palco: 

L'apertura istituzionale di lunedì 16 vedrà la presenza di Frances Moore, CEO IFPI (rappresentante dell’industria discografica a livello internazionale), in collegamento da Londra: tema centrale dell’incontro  sarà “La Musica nell’era Covid”. 

Anche nel 2020 Rockol è media partner e organizzerà panel e webinar di approfondimento in streaming nella Rockol Bubble, oltre a raccontare la a settimana sulle proprie pagine.  

Confermati sia o partner educational CPM, SAE Institute e il Master In Comunicazione Musicale di ALMED/Università Cattolica, che organizzeranno corsi e approfondimenti, sia la collaborazione con  Linecheck Music Meeting and Festival, che dal 17 al 19 si articolerà in panel e concerti presso la sede di Base in via Bergognone 34 e in streaming con il tema “Sound Values”.  Tra le new entry dell'edizione 2020 Dice, ticketing partner dell’iniziativa.
Tra gli altri media partner, VH1 e MTV, Billboard, Accordo.it, Spotify, Vevo. Radio Capital e Radio Bertallot. Durante la Milano Music Week verrà presentata anche Open Stage, iniziativa nata dall’idea di un gruppo di studenti universitari, sviluppata e perfezionata da Officine Buone: una postazione professionale per cantanti esordienti per esibirsi come su un palcoscenico ma stando all’aperto, e senza doversi portare dietro nient’altro che il proprio strumento.

Il calendario degli eventi musicali della Milano Music Week è ancora in fase di definizione a fronte della continua evoluzione della situazione sanitaria e di adeguamento alle nuove disposizioni in materia di contenimento Covid e, specificano gli organizzatori, offrirà per quanto possibile anche una serie di eventi diffusi in città  fruibili anche via streaming, tra performance dal vivo, showcase, mostre, proiezioni, incontri con artisti ed eventi speciali.  Terrazza Martini sarà la casa della Milano Music Week: gli ultimi piani del grattacielo di Piazza Diaz diventeranno infatti la sede speciale da dove saranno trasmessi in streaming i principali appuntamenti del palinsesto tra cui il ritorno del format "MMW Incontra", dedicato a interviste con artisti.

Music Biz Cafe, parla Davide D'Atri (presidente e ad di Soundreef)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.