Bruce Springsteen: guarda il trailer del film "Letter to You"

Una anticipazione del documentario diretto da Thom Zimny sulla lavorazione dell'ultimo album del cantautore statunitense.
Bruce Springsteen: guarda il trailer del film "Letter to You"

Venerdì 23 ottobre sarà una sorta di Bruce Springsteen Day. Verranno pubblicati infatti, sia il nuovo album del cantautore del New Jersey, “Letter to You” - inciso con la E Street Band nella sua tenuta a Colts Neck (New Jersey) lo scorso anno e già anticipato dai singoli "Letter to You" e "Ghosts" - che il documentario, diretto dal regista di fiducia Thom Zimny, "Bruce Springsteen's Letter to You", visibile su Apple TV+.

Il film conterrà le performance della E Street Band in studio alle prese con la registrazione del disco, del materiale d'archivio inedito e, non potevano chiaramente mancare, le riflessioni dello stesso Springsteen sulla sua nuova opera. Come recita un comunicato stampa: "I fan di tutto il mondo potranno godere di uno sguardo dietro le quinte del processo creativo dell'iconico artista".

In una videoconferenza in streaming con la stampa è stato chiesto a Bruce Springsteen cosa si vedrà nel film diretto da Thom Zimny e lui ha risposto: "Il film racconta la preparazione del disco e si vede la band suonare.

Ho chiesto a Thom di documentare tutto, con un’unica regola: la musica doveva avere la precedenza su tutto, le telecamere non dovevano intromettersi e disturbare. In quei giorni stavamo pensando a quanto sarebbe stato bello il tour, senza ovviamente sapere che ogni piano sarebbe saltato. Di solito questo è il periodo in cui ci prepariamo per i concerti, e se non altro il film permetterà ai fan di vedere la band suonare: è un modo per alleviare almeno in parte la frustrazione di non poter salire subito su un palco.".

Del docu-film, che è stato scritto da Bruce Springsteen, prodotto da Jon Landau e Thom Zimny e coprodotto da Barbara Carr, con Springsteen in qualità di produttore esecutivo, oggi è stato pubblicato il primo trailer completo del docu-film, che potete vedere qui sotto.

Nel frattempo, il Boss ha dichiarato di avere "molti progetti" in lavorazione per il prossimo futuro, inclusi degli 'album perduti' completi da pubblicare solo da tirare fuori dai suoi archivi. Ha detto: "È rimasta davvero molta buona musica. Devi solo tornare lì. Non è così difficile. Se tiro fuori qualcosa del 1980, o del 1985 o del 1970, è incredibile come tu possa scivolare dentro quella voce. È solo una specie di dimensione mentale. Tutte quelle voci rimangono a mia disposizione, se voglio andare da loro."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.