Tiziano Ferro: 'L'alcolismo mi ha fatto perdere amici e occasioni'

Il cantante si racconta al Corriere della Sera e parla dei suoi trascorsi difficili: 'Una sera la band mi convinse a bere, e...'
Tiziano Ferro: 'L'alcolismo mi ha fatto perdere amici e occasioni'

In un articolo scritto per l'inserto del Corriere della Sera Sette in edicola domani, venerdì 16 ottobre, Tiziano Ferro ha rivelato alcuni dei momenti più difficili non solo della sua carriera, ma - più in generale - della sua vita.

Il cantautore di Latina, nello specifico, ha parlato prima della sua infanzia:

"Non sono mai stato il primo della classe, ero anonimo, non bello, per niente atletico, anzi grasso, timido, i ragazzi mi chiamavano ciccione, femminuccia, sfigato. Aspettavo che qualcuno intervenisse per difendermi, ma non succedeva mai. Vivevo perennemente frustrato, incazzato e anche umiliato. Poi ho cantato per la prima volta e il mondo è cambiato. La musica era l’unica cosa che avevo, un canale per esprimermi in un mondo nel quale non mi riconoscevo"

Per poi passare a raccontare uno dei periodi più difficili del suo passato recente:

"Una sera la band mi convinse a bere. E da lì non mi sono fermato più. Bevevo quasi sempre da solo, l’alcol mi dava la forza di non pensare al dolore e alla tristezza, ma mi portava a voler morire sempre più spesso. Ho perso occasioni e amici. Io ero un alcolista"

"L’alcolismo ti guarda appassire in solitudine, mentre sorridi di fronte a tutti", ha spiegato l'artista, che - nel suo contributo - ha riassunto in cinque parole la sua condizione in quel periodo: "Alcolista, bulimico, gay, depresso, famoso. Pure questo, famoso, mi sembrava un difetto, forse il peggiore".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.