Linkin Park: ecco la canzone 'perduta' da vent'anni

La storia della demo, finalmente tirata fuori dagli archivi e inclusa nella riedizione di "Hybrid theory", l'album che lanciò la band.
Linkin Park: ecco la canzone 'perduta' da vent'anni

Nella speciale riedizione di "Hybrid theory" che i Linkin Park, dal 2017 orfani di Chester Bennington, hanno spedito ieri nei negozi per celebrare il ventennale del disco che nel 2000 lanciò la carriera della band statunitense, c'è anche una rarità la cui pubblicazione era molto attesa dai fan. Si tratta di un brano in qualche modo noto da tempo ai seguaci dei Linkin Park, che però non l'avevano mai inserito all'interno del disco. È la demo di una canzone che si riteneva "perduta" da anni, "Pictureboard". I fan l'hanno ascoltata negli anni solo in parte. Mike Shinoda e soci l'hanno spesso suonata dal vivo come intermezzo durante i concerti dei loro tour, senza però mai pubblicarla ufficialmente. Almeno fino ad oggi.

Caricamento video in corso Link

La voce è quella di Chester Bennington: i Linkin Park avrebbero registrato questa demo nel 1999, quando la band si chiamava ancora Xero, poco dopo l'ingresso nella formazione del cantante (il gruppo avrebbe cambiato il proprio nome in Linkin Park poco dopo). Oltre alla traccia vocale di Bennington ci sono anche alcuni passaggi rap di Shinoda. Il chitarrista della band, Brad Delson, ha raccontato che "Pictureboard" fu la prima canzone che ascoltò cantata da Chester Bennington, all'epoca talentuoso cantante dell'Arizona che fu suggerito agli Xero da Jeff Blu, il vice presidente di Zomba Music, l'etichetta che seguiva la formazione, per rimpiazzare Mark Waefield (la voce originale del gruppo, che aveva lasciato poche settimane prima Shinoda e soci):

"A meno che la mia memoria non sia super sbagliata, il che è assolutamente possibile, ma non probabile, penso che sia stata la prima cosa in cui ho sentito la voce di Chester. Ricordo di aver ascoltato il pezzo e di aver detto: ‘Ehi, cosa ne pensate di questo ragazzo? Ci ha appena mandato questa registrazione’. Non stavo piangendo di gioia, ma quasi. Ero tipo: ‘Wow, non so nemmeno cosa sia’. È così piccolo e vulnerabile nella strofa ed è possibile sentire tutti quei timbri e le armoniche e poi tutti le sfumature sulla parte più heavy. A me, ha semplicemente fatto saltare il cappello dalla testa. E poi ci siamo detti: ‘Dobbiamo incontrare questo ragazzo''".

Shinoda ha aggiunto:

"I fan conoscono 'Pictureboard’ da circa 19 o 20 anni. Conoscevano l'esistenza del brano, senza sapere come suona. Ci sono così tante canzoni, perché c’è così tanta attenzione su questa? Non è nemmeno mai stata ascoltata".

La riedizione di "Hybrid theory" è disponibile in vari formati: oltre al cd, al vinile e alla versione digitale, c'è anche un cofanetto in versione super deluxe che include - oltre ai brani già presenti nell'edizione originale - anche demo inedite (come la stessa "Pictureboard"), rarità, b-side, materiale video risalente agli anni 2000 e 2001 e altri contenuti come il documentario "Frat party at the Pankake Festival", un libro di 80 pagine con testi inediti di Mike Shinoda, Joe Hahn, Frank Maddocks e un poster di Chester Bennington.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.